Scuola Calcio: Situazione di 1v1 nello Stretto per l’1-2 e il Tiro in Porta Premessa Io, l’esercizio in questione, l’ho svolto col mio gruppo di… Continua »

Scuola Calcio: Situazione di 1v1 nello Stretto per l’1-2 e il Tiro in Porta

Premessa

Io, l’esercizio in questione, l’ho svolto col mio gruppo di Piccoli Amici (06-07) ma può tranquillamente essere proposto per tutta la categoria Pulcini.
Chiaramente, ogni allenatore dovrà e potrà adattare la proposta in base alle proprie esigenze

Svolgimento

Prepariamo un rettangolo di 10×4 circa, distante una quindicina di metri dalla porta difesa dal portiere.
All’interno del rettangolo posizioniamo un difensore, mentre un’altro bambino si posizionerà all’esterno del rettangolo, sul lato che da verso la porta. I restanti bambini si posizionano fronte al difensore, ognuno in possesso di palla

Scuola Calcio 1v1 nello stretto e 1-2 per il tiro

Dopo aver lavorato in maniera analitica su finte-cambi di direzione e dribbling, passiamo ora ad un’esercitazione situazionale in cui troveremo un difensore attivo ma vincolato dallo spazio in cui potrà agire.

L’obiettivo del primo attaccante sarà quello di entrare in guida della palla all’interno del rettangolo (partendo da circa 2-3m fuori) per superare il difensore con una finta.
In caso di successo per l’attaccante, questi esce sul lato verso la porta e si troverà davanti a 2 scelte:

-andare alla conclusione
-giocare un 1-2 col compagno prima di andare al tiro

Scuola Calcio 1v1 nello stretto e 1-2 per il tiro(2)

Attenzione però.. l’attaccante potrà giocare l’1-2 col compagno solamente chiamando “1-2” ad alta voce.
Perchè ho inserito questo aspetto: perchè ritengo fondamentale l’utilizzo di un linguaggio condiviso. Ciò, permette ai bambini di capirsi molto velocemente e di avere un pensiero condiviso tra compagni.

Nel caso l’attaccante decidesse di procedere in “maniera solitaria”, possiamo inserire alcuni accorgimenti:
-se vogliamo accentuare il lavoro sul tiro in porta, posizioniamo 2 coni a formare una linea immaginaria. L’attaccante dovrà calciare in porta prima di superare i coni
-se vogliamo accentuare l’uno contro il portiere, diamo un tempo limite (pochi secondi) per concludere l’azione e chiediamo al portiere di uscire
-se vogliamo accentuare la precisione nella conclusione, posizioniamo magari dei coni nella porta e assegniamo punti extra nel caso venissero colpiti

Osservazione:

Ho chiesto, al bambino posizionato all’esterno del rettangolo, qual’era a suo avviso la posizione migliore da assumere in relazione alla palla e con un po’ di stupore ha risposto correttamente. Ho fatto quindi capire loro che nel caso l’attaccante esca a destra sarà opportuno posizionarsi a sinistra e viceversa. Questo per liberare lo spazio al compagno, nel caso decidesse nell’azione personale.
Non ho voluto parlare di angoli di passaggio e postura in diagonale per vedere l’arrivo di un possibile difendente perchè questi sono temi che spettano a categorie maggiori.

Scuola Calcio 1v1 nello stretto e 1-2 per il tiro(3)

Note:
-l’attaccante che conclude prende poi il posto dell’attaccante che era in appoggio. Quest’ultimo recupera il pallone e torna in fila
-nel caso il difensore rubasse palla all’attaccante, quest’ultimo diventa il nuovo difensore

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

Credit Immagine: http://www.umbriajournal.com/wp-content/uploads/2013/11/calcio_bambini_getty.jpg