Situazione di 3c2 e 2c1 a Raffica e con Tranzisione Altra interessante proposta dell’amico Francesco Spanò, con il quale, come ho già detto, condividiamo spesso… Continua »

Situazione di 3c2 e 2c1 a Raffica e con Tranzisione

Altra interessante proposta dell’amico Francesco Spanò, con il quale, come ho già detto, condividiamo spesso idee e proposte in privato.
Questa è una di quelle che ho deciso di pubblicare su Ideacalcio perchè somiglia ad una che avevo scritto in passato.
La proposta è a mio avviso indicata per le categorie Pulcini (magari non al primo anno se il livello è basso), Esordienti e Giovanissimi.

L’esercitazione ha dei grossi vantaggi:

* richiede un tempo di preparazione davvero ridotto
* impiega un buon numero di giocatori, quindi ideale per tutti quei gruppi numerosi
* allena due situazioni di gioco differenti, 3c2 e 2c1 (quattro se consideriamo anche 2c3 e 1c2)

3c2 e 2c1 Francesco Spanò

Formiamo due squadre (o due gruppi di lavoro) e disponiamole come da figura.
Il gioco inizia con due attaccanti gialli che entrano in campo per sfidare il difendente rosso con l’obiettivo di segnare nella porta alle sue spalle.
Se il difensore conquista palla dovrà segnare nelle due porticine, giocando 1c2.

Al termine dell’azione, gol o palla che esce, i due attaccanti gialli diventano difensori e verranno attaccati da tre nuovi attaccanti rossi che entrano in guida della palla coi medesimi obiettivi dell’azione precedente.

Questi gli obiettivi che indica Francesco

* adattamento alla velocità del gioco (attacco veloce sfruttando la superiorità numerica)
* transizione difensiva e offensiva
* riposizionamento difensivo
* ricezione e passaggio in movimento (questo perchè l’azione ha inizio servendo il compagno nello spazio)

Alcune mie Considerazioni

* imposterei l’esercizio sotto forma di competizione a squadre per innalzare competitività e impegno
* se si segna in inferiorità numerica (nelle porticine) il gol vale doppio. Questo per dare maggior rilievo alla fase di transizione negativa degli attaccanti
* sottolineerei l’importanza di puntare il difensore prima di decidere come sviluppare l’azione. Spesso mi capita di osservare che in alcune situazioni di gioco gli attaccanti perdano tempo con inutili passaggi orizzontali che danno solo il tempo ai difensori di rientrare
* dopo aver passato la palla nello spazio (all’avvio dell’azione), cosa faccio? Questa è una delle domande secondo me più significative da porre ai giocatori

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi articoli di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook di Ideacalcio

Credit Immagine: http://www.pianetaempoli.it/wp-content/uploads/2012/03/Scuola-calcio-2012-5.jpg