Miglioriamo il controllo orientato sviluppando la visione periferica. L'obiettivo situazionale è l'1v1..

Sviluppo della visione periferica e del controllo orientato per l’1v1

Premessa

L’esercitazione è un “classico”, in quanto molto conosciuta e di grande semplicità. Può essere proposta per la scuola calcio ma anche per categorie superiori, a seconda degli obiettivi che naturalmente muteranno. Nell’esercitazione “base” ho inserito il lavoro per lo sviluppo del canale visivo per il miglioramento della visione periferica.

Svolgimento

Si costruisce un quadrato di dimensioni variabili, a seconda del livello tecnico e dell’età dei ragazzi. Io coi Pulcini all’ultimo anno ho lavorato su un 8×8

I giocatori bianchi sono i difensori e cominciano in possesso di palla su un vertice del quadrato. Sul vertice opposto sono posizionati gli attaccanti, i gialli.
Il primo difensore trasmette palla al primo attaccante che dovrà, prima del controllo, dire a voce alta il numero indicato dall’istruttore. Di fatti quest’ultimo alzerà una mano, nel momento del passaggio di bianco, indicando un numero da 1 a 5. (variante: possibilità di usare anche 2 mani)

Sviluppo della visione periferica migliorando il controllo orientato e l'1v1

L’attaccante, ricevuta palla e detto il numero ad alta voce, dovrà portare palla a meta in una delle 2 zone gialle; col difensore che immediatamente dopo il passaggio ruba tempo e spazio.

Se il difensore ruba palla i ruoli si invertono e questi dovrà condurre palla in uno degli altri 2 lati (lati rosa)

Dopo ogni azione i ruoli si invertono.
Il numero potrebbe anche essere alzato da chi fa il passaggio, solamente richiede una buona attenzione generale poichè molte volte mi capita di osservare che o si dimenticano di alzare la mano o la alzano in anticipo o in ritardo.

La variabile più interessante è quella che vede l’istruttore variare la sua posizione, sviluppando così una visione a 360°. L’ultimo step, il più difficile, vede l’istruttore posizionato alle spalle dell’attaccante. Quest’ultimo dovrà quindi dare una rapida “occhiata” alle sue spalle poco prima di ricevere il passaggio.

NOTA: per rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio, seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio