Sviluppo della Visione Periferica e del Controllo Orientato per il Duello 1c1

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Sviluppo della Visione Periferica e del Controllo Orientato per il Duello 1c1

L’esercitazione è un “classico“, in quanto molto conosciuta e di grande semplicità. Può essere utilizzata con le categorie dell’Attività di Base o anche con quelle dell’attività agonistica. Nell’esercitazione “base” ho voluto stimolare lo sviluppo del canale visivo per migliorare la visione periferica.

Si costruisce un quadrato di dimensioni variabili, a seconda del livello tecnico-tattico e dell’età degli allievi. Coi Pulcini all’ultimo anno ho lavorato su un 8×8.

I giocatori Bianchi sono i difensori e cominciano in possesso di palla su un vertice del quadrato. Sul vertice opposto sono posizionati gli attaccanti Gialli.
Il primo difensore trasmette palla al primo attaccante che dovrà, prima del controllo, indicare a voce alta il numero indicato con le mani dall’istruttore. Di fatti, quest’ultimo, nel momento del passaggio di Bianco, indicherà un numero da 1 a 5. (variante: possibilità di usare anche 2 mani)

Sviluppo della visione periferica migliorando il controllo orientato e l'1v1

L’attaccante, ricevuta palla e detto il numero ad alta voce, dovrà portare palla a meta in una delle due zone gialle, col difensore che, immediatamente dopo il passaggio, ruba tempo e spazio all’attaccante.

Se il difensore ruba palla i ruoli si invertono e questi dovrà condurre palla in uno degli altri due lati (lati rosa).

Dopo ogni azione si invertono i ruoli.
Il numero potrebbe anche essere indicato dal giocatore che effettua il passaggio, a patto che via sia una buona attenzione generale. Molte volte infatti mi è capitato di vedere bambini che si dimenticano di alzare la mano o che la alzano in anticipo o in ritardo.

La variabile più interessante è quella che vede l’istruttore variare spesso la sua posizione, sviluppando così una visione a 360°. L’ultimo step, il più difficile, vede l’istruttore posizionato alle spalle dell’attaccante. Quest’ultimo dovrà quindi dare una rapida “occhiata” alle sue spalle poco prima di ricevere il passaggio.

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply