Messa in Azione: Progressione con una Partita a Tema – Attacco della Profondità e Transizione Predisporre un campo di gioco di dimensioni variabili a seconda… Continua »

Messa in Azione: Progressione con una Partita a Tema – Attacco della Profondità e Transizione

Predisporre un campo di gioco di dimensioni variabili a seconda del numero di giocatori a disposizione.
In caso di giocatori dispari, posizioniamo 1 Jolly.

All’interno dello stesso campo di gioco svilupperemo una progressione in più step.
Il campo di gioco è come quello rappresentato nella figura che segue, con 2 zone di meta di circa 15m di profondità.
Sulle due linee di fondo campo posizioniamo una porticina di 2m.

Partita a tema progressione attacco profondità e transizione

Step 1:

Le due squadre si contendono il possesso della palla giocando con le mani e con l’obiettivo di realizzare 1 punto al raggiungimento di un numero prestabilito di passaggi (8-10).
Regole:
-non ci si può spostare con la palla in mano
-non si può tenere la palla in mano per più di 2″
-cambio possesso quando si viene toccati con la palla in mano
-se la palla cade a terra si continua a giocare con le stesse regole

Note: Queste regole varranno anche per gli step successivi. Consiglio di giocare con una palla delle dimensioni di un pallone da pallamano

Step 2:

Da questo step togliamo la regola del cambio possesso al tocco. Si gioca quindi sull’intercetto

Raggiunti gli 8 passaggi consecutivi, si potrà mettere palla in profondità (nella zona di meta avversaria) per l’inserimento di un compagno che, ricevuta palla, avrà 1″ di tempo per concludere (sempre con le mani) nella porticina. Nessun difensore può entrare all’interno della propria zona di meta.
C’è il fuorigioco

Partita a tema progressione attacco profondità e transizione(2)

Step 3:

La palla in profondità è consentita solo rasoterra, sempre passandola con le mani

Step 4:

Sarà consentito ad un difensore entrare all’interno della propria zona di meta per ostacolare-toccare l’attaccante prima che concluda.
Al difensore sarà consentito anche l’intercetto

Step 5:

Tutti i difensori possono difendere all’interno della propria zona di meta. Attenzione, potranno entrarvi solo nel momento della verticalizzazione

Step 6:

Inseriamo il concetto di transizione positiva, negativa e di marcatura preventiva.
Le due squadre si contendono sempre il possesso per arrivare ad 8 passaggi consecutivi per poter attaccare la profondità.
In un qualsiasi momento il mister potrà mettere in gioco una seconda pallina, in favore di una delle 2 squadre. Sulla seconda pallina che viene messa in gioco, l’obiettivo sarà quello di ricercare l’attacco della profondità nel minor tempo possibile.

Partita a tema progressione attacco profondità e transizione(3)

Note:

-la prima pallina resta nelle mani del giocatore che ne era in possesso. In questo modo, ad azione conclusa, si potrà ripartire immediatamente dal possesso

-nel caso la seconda pallina venga messa in gioco in favore della squadra in possesso, avremo un immediata transizione positiva, mentre, nel caso venga giocata in favore della squadra che non ne era in possesso, l’attenzione sarà rivolta maggiormente alle marcature preventive e alla transizione negativa (avevo il possesso, non ce l’ho più e devo difendere immediatamente)

Step 7:

La prima pallina viene sostituita con un pallone regolamentare e le due squadre si contendono il possesso (non vale più il tocco con le mani per rubare palla) per attaccare la profondità, esclusivamente con un passaggio rasoterra, dopo il raggiungimento di un numero prestabilito di passaggi. Per la seconda palla che viene messa in gioco, utilizziamo sempre una pallina e si gioca con le mani

Nota:

Volevo ringraziare l’amico Paolo Birra, mister che può vantare più di dieci anni alla guida di settori giovanili professionistici, per il confronto di idee che spesso mi portano a elaborarne di nuove. Grazie Paolo 😉

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che trovi a questo link

Credit Immagine: