Partita a Tema per allenare Superiorità e Inferiorità numerica..

Partita a Tema: 5v4 e 5v4 Allenare Superiorità e Inferiorità Numerica – Evoluzione II

di un’esercitazione base vista da Michele Serena, allenatore dello Spezia

Campo di gioco: 70×40 (da area ad area); con una zona franca nel mezzo, larga 8m circa.
18 giocatori + 2 portieri. Schierare le 2 squadre col proprio sistema di gioco oppure schierare una delle due con il modulo della squadra che si affronterà alla partita successiva. In figura ho schierato le squadre col 4-2-3-1.

-1 centrocampista per squadra staziona nella zona centrale (zona franca) e può ricevere palla senza pressione. La palla per uscire dalla zona difensiva dovrà passare OBBLIGATORIAMENTE per la zona centrale, prima di essere giocata in attacco.

-4 difensori per squadra si dedicano esclusivamente alla fase difensiva all’interno della propria metà campo, mentre 4 elementi attaccano la porta. I difensori quando sono in possesso di palla, devono passarla al centrocampista che si fa trovare nella zona franca (smarcamento in zona luce, trovare linee di passaggio ottimali) senza essere contrastato.
I 4 elementi in fase d’attacco sono quindi punta,trequartista e i 2 esterni. La superiorità numerica sarà creata da ENTRAMBI I TERZINI che s’inseriscono in zona d’attacco creando un 6v4.
Per dar tempo ai 2 terzini di inserirsi, il centrocampista centrale gioca un corto-corto (visto anche negli step precedenti) con uno degli elementi d’attacco. La difesa avversaria è sempre attiva quindi all’attacco saranno richiesti movimenti contrari e contromovimenti per ricevere palla.

Sulla perdita del pallone, entrambi i terzini ripiegano immediatamente nella loro metà campo e l’attacco resta a giocare in parità numerica (non è proprio parità numerica perchè la difesa per uscire dal pressing può contare anche sul portiere).

Partita a tema 5v4 e 5v4 Allenare inf. e sup. numerica EVOLUZIONE II

In questo step possiamo anche chiedere ai nostri 2 difensori centrali (squadra che gioca in possesso) di salire per tener corta la squadra. Questa situazione di gioco potrà venirsi a creare in partita, con l’inserimento di uno dei 2 centrocampisti in mezzo alla linea difensiva.