Partita a Tema: Seconde Palle e Ripartenze Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione che avevo sviluppato sul campo, nella passata stagione, con una squadra di Allievi… Continua »

Partita a Tema: Seconde Palle e Ripartenze

Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione che avevo sviluppato sul campo, nella passata stagione, con una squadra di Allievi (secondo anno).
Giunti circa a metà stagione, mi ero infatti interrogato su alcuni limiti che palesava la nostra compagine e la conclusione che ne scaturì fu che “a furia di allenare solo specifici principi del nostro modello di gioco, si finisce per trascurarne tanti altri“.

In soldoni, il fatto che noi abituiamo le nostre squadre ad allenarsi e a giocare in un certo modo, talvolta non ci da la possibilità di preparare la nostra squadra ad affrontare team che preparano la partita secondo principi lontani dal nostro modo di vedere il calcio.
Per porre rimedio ad una serie di problematiche riscontrate in gara, ideai una serie di esercitazioni che potessero prepararci a ciò che avremmo dovuto affrontare.

Gli obiettivi sono quelli da titolo, ossia allenare:

* la conquista delle seconde palle
* l’attacco della palla alta
* le ripartenze

Le dimensioni del campo di gioco dipendono dal numero di elementi coinvolti, dal giorno della settimana e dalla qualità del gruppo. Indicativamente direi una metà campo.

In questa seduta avevo a disposizione 18 giocatori (17+1 portiere).

Formiamo due squadre con compiti alternati. La squadra Nera si schiera a pieni effettivi nel campo di gioco (indicativamente, metà di metà campo) mentre la squadra Blu si posiziona con metà elementi all’interno e metà all’esterno. Un giocatore Giallo funge da Jolly.

Il portiere calcia nel mezzo (distanza circa 25m) cercando di servire uno degli elementi Blu che giocano in inferiorità numerica. Le due squadre si contendono il possesso iniziale, attaccando la palla alta.

L’obiettivo della squadra Nera è quello di inserirsi e ricevere in zona di meta (la zona di meta è lo spazio in cui in figura vi sono i Blu in attesa, fuori dal campo; potremmo dire subito dopo la metà campo), giocando rigorosamente a 1 tocco (in caso di penetrazione con “dai e vai”, il punto vale doppio).

L’obiettivo dei Blu è quello di recuperare palla e verticalizzare alle spalle dei neri, dove questi non possono difendere. A questo punto i Blu attaccano indisturbati la porta del portiere avendo a disposizione 1 solo tocco a testa per cercare il gol il più velocemente possibile.

Ogni volta che la palla esce o in caso di punto di una delle due squadre, il portiere rimette in gioco un altro pallone.

Dopo ogni attacco alla porta si cambiano gli elementi Blu interni con quelli in attesa, col portiere che calcia nel mezzo. Nel caso nessuna delle due squadre riesca a far punto dopo 30-40″, si cambiano ugualmente gli elementi Blu.

Cambiamo i compiti delle due squadre a tempo.

Attenzione che la proposta ha una valenza condizionale notevole, grazie all’assenza di pause e ai numerosi scontri fisici che la caratterizzano. Consiglio di utilizzarla nel secondo dei tre allenamenti settimanali, coi giocatori pienamente recuperati dalla partita precedente e lontani dalla gara successiva.

Credit Immagine: http://i.dailymail.co.uk/i/pix/2015/12/18/21/2F752B8600000578-0-image-a-2_1450474468482.jpg