Partita a Tre Squadre: Creare Superiorità Numerica sull’Esterno e al Centro Nell’articolo di oggi presento una proposta che ho utilizzato nel corso della passata stagione… Continua »

Partita a Tre Squadre: Creare Superiorità Numerica sull’Esterno e al Centro

Nell’articolo di oggi presento una proposta che ho utilizzato nel corso della passata stagione (Allievi Regionali) e che mi tornerà sicuramente utile anche quest’anno.
L’esercitazione è strutturata abbastanza semplicemente ma è risultata molto funzionale all’obiettivo che volevo allenare.

Gli obiettivi sono diversi:

  1. creare superiorità numerica sull’esterno, mediante sovrapposizioni, tagli divergenti e azioni individuali
  2. in fase di possesso posso stringere nella zona centrale per creare superiorità al centro. “Se controllo il centro del campo, controllo il gioco“.
  3. gestione paziente del possesso. “Se la palla l’abbiamo noi, non possiamo prendere gol“.
  4. transizioni

Giocatori necessari almeno 12 (4c4+4).
Formiamo tre squadre di ugual numero. Campo diviso verticalmente in tre zone, con quella centrale leggermente più grande dei due corridoi laterali.

La squadra Nera inizia a difendere le tre porticine (situate ognuna su ogni zona), potendo portare un solo giocatore a difesa dei corridoi laterali.
Una volta recuperata palla dovrà “addormentare” il possesso, riducendo il tempo passato a difendere e di conseguenza le opportunità d’attacco della squadra avversaria.

In FDP i due esterni potranno stringere nella zona centrale (al limite tra il centro e il corridoio) per creare superiorità al centro.

La squadra che invece attacca le tre porticine, Rossa, dovrà sempre tenere almeno un giocatore nei due corridoi e potrà creare superiorità numerica in questi, con sovrapposizioni e tagli provenienti dalla zona centrale (2c1).

* Massimo 2 passaggi nei corridoi laterali per il gol. Se eseguo 3 passaggi in un corridoio, lì non posso più segnare.
* Tocchi liberi; di conseguenza nei corridoi laterali si ricerca anche l’1c1.

Ogni volta che la palla esce o in caso di gol, questa viene immediatamente rimessa in gioco dalla terza squadra, assistenti Gialli, sempre in favore della squadra che attacca le porticine. Ogni assistente dispone di diversi palloni e questi vengono rimessi in gioco secondo un ordine numerico affidato agli assistenti (prima gioca l’1, poi il 2 e via dicendo). La giocata improvvisa da parte degli assistenti ci da modo di lavorare sulle transizioni.

Terminata la prima ripetizione (si possono giocare tempi da 3-4′), le squadre ruotano di ruolo. Chi attaccava le porticine, passa a difenderle. Gli assistenti entrano ad attaccarle. Chi difendeva esce come assistenti.

Credit Immagine: https://pbs.twimg.com/media/DDwqs21XUAAUgZb.jpg