Progressione Fase Offensiva: dal 1c1 al 4c2 – Seduta Tre Nell’articolo di oggi presento quella che è stata una progressione che ho portato sul campo… Continua »

Progressione Fase Offensiva: dal 1c1 al 4c2 – Seduta Tre

Nell’articolo di oggi presento quella che è stata una progressione che ho portato sul campo con la mia squadra di Allievi e che, a partire dalla categoria Esordienti, può essere un validissimo mezzo d’allenamento per le categorie dell’attività agonistica.

Ad un certo punto mi sono detto, “e se ci fosse bisogno, come per le progressioni sulla fase difensiva, di scomporre e semplificare la fase offensiva con lo scopo di mettere gli attaccanti nelle condizioni migliori per poter esprimersi”?

Chi mi segue da un po’ di tempo sa che dedico una parte del tempo che ho a disposizione a scomporre le situazioni che poi i difensori si ritroveranno ad affrontare in gara, allenando i Principi di Tattica Individuale e Collettiva attraverso situazioni semplificate.
E i risultati, in termini di prestazioni, vuoi anche per merito dei difensori che ho a disposizione, si sono visti nitidamente.

Notando da qualche partita una difficoltà nel finalizzare l’azione, mi sono chiesto se non fosse produttivo ideare delle progressioni che mirassero ad allenare la fase offensiva, con lo scopo di allenare la Tattica Individuale in fase di Possesso e alcuni sviluppi offensivi.

Progressione Fase Offensiva Parte 3

Osservazione

In tutte e quattro le proposte ho zonato la porta, posizionando un nastro ad altezza bacino. Il gol è valido solo sotto il nastro. In questo modo si stimolano gli attaccanti ad una maggior precisione e concentrazione nel momento della conclusione. Possiamo inserire anche una “penitenza” qualora gli attaccanti non riescano a segnare.

Esercizio Uno: 1c1 frontale con difensore vincolato
Difensore posizionato in un rettangolo e che non può uscire. L’attaccante lo punta velocemente per superarlo mediante finte-dribbling e segnare nella porta difesa dal portiere (porta zonata; gol valido solo sotto il nastro, posizionato ad altezza bacino).

Focus:
* puntare veloce
* sbilanciare il difensore mediante finte di corpo
* calciare di precisione

Osservazione

Le difficoltà che ho potuto vedere sono relative al puntare il difendente “dritto per dritto”, senza cercare di sbilanciarlo, e alla successiva conclusione di precisione. Troppe volte si calcia in porta con poca attenzione e precisione, pensando che sia solo un allenamento. L’errore più grande che si può commettere in questo caso è pensare che poi “magicamente” in partita tutto risulterà più facile sotto porta.

Esercizio Due: 1c1 + 2 Appoggi laterali
L’attaccante entra in conduzione per affrontare il difensore. Il primo potrà segnare solo su assist di uno dei 2 appoggi esterni (di cui uno gioca a 1 tocco e l’altro a 2). No interscambi; chi entra conclude.

Focus:
* puntare veloce
* ricerca della triangolazione
* smarcamento con palla esterna

Osservazione

Ho potuto osservare grandi difficoltà nel muoversi alle spalle del difensore. Lo smarcamento con palla laterale ha messo in evidenza alcuni limiti sullo smarcamento. Paradossalmente, il fatto di aver differenziato i tocchi per i due esterni, ha agevolato l’attaccante all’interno che in questo modo poteva anticipare-prevedere il tempo di giocata del compagno.

Esercizio Tre: 2c2 su marcatura a uomo + 1 Appoggio laterale
Campo diviso orizzontalmente in due metà. Situazione di 1c1 su ogni metà campo. Difensori difendono solo sul loro rispettivo avversario (marcature fisse). Gli attaccanti possono interscambiarsi liberamente. L’appoggio laterale avvia il gioco e resta attivo (come sponda).

Focus:
* creo spazio-attacco spazio vuoto
* smarcamento con palla laterale

Osservazione

Come per il successivo esercizio, la grossa difficoltà è legata alla percezione dello spazio che si crea e quindi uno spazio potenzialmente attaccabile. In alcuni casi ci si rende conto troppo tardi che lo spazio è attaccabile, perdendo di imprevedibilità ed efficacia.

Esercizio Quattro: 3+1c2 Creo Spazio – Attacco Spazio vuoto
Schierare un attaccante centrale. 2+1 sostegno contro 1 difensore e 1c1 nel secondo settore. I difensori difendono a zona. L’obiettivo è far uscire l’attaccante centrale per far entrare un attaccante del primo settore e che va al 1c1. Si può entrare anche in conduzione (variante: solo con passaggio)

Focus:
* creare spazio per l’inserimento di un compagno
* stimolare la mobilità

 

Credit Immagine: https://i.ytimg.com/vi/KjuGYC88CA8/maxresdefault.jpg