Situazione di 5c2+1: Occupazione Efficace dello Spazio (Scaglionamento Offensivo) Nell’articolo di oggi presento un lavoro che ho sviluppato col mio gruppo di Allievi e che… Continua »

Situazione di 5c2+1: Occupazione Efficace dello Spazio (Scaglionamento Offensivo)

Nell’articolo di oggi presento un lavoro che ho sviluppato col mio gruppo di Allievi e che mi ha permesso, successivamente, di creare nuove interessanti varianti sul medesimo obiettivo.
L’obiettivo primario era l’occupazione ottimale dello spazio in una situazione di 5c3 in cui doveva essere garantita superiorità numerica e posizionale nella zona centrale e l’ampiezza su entrambi i corridoi laterali.

Il carico cognitivo dell’esercitazione è piuttosto alto perchè implica “un giocare in funzione dello spazio occupato dai compagni“. Come ho detto in altri articoli, questa abilità va allenata a mio avviso già dai più piccoli, con giochi e proposte che stimolino la creazione e l’occupazione degli spazi (il classico gioco “4 Cantoni” ad esempio).
Il calcio moderno sta infatti andando verso una direzione in cui i sistemi di gioco non risultino più statici, ma dinamici, con giocatori capaci di interscambiarsi tra loro e di interpretare più ruoli.

Svolgimento

Il Campo di gioco viene diviso come da figura.

situazione-di-5c21-occupazione-efficace-dello-spazio

Un giocatore all’esterno fa partire il gioco servendo uno dei 3 elementi che giocano inizialmente al centro. Questi potranno anche decidere di ricevere il primo passaggio nel corridoio laterale.
L’obiettivo per gli attaccanti è quello di servire un compagno nella zona delimitata dalle sagome e che starebbe a rappresentare l’ipotetico spazio tra le linee di difesa e centrocampo.

Gli elementi nella zona centrale potranno aprirsi nei corridoi laterali ma di conseguenza, l’attaccante di parte non potrà stare nel medesimo corridoio e dovrà muoversi o nella zona centrale o nello spazio tra le sagome.

In sostanza potranno esserci 3 elementi al centro (escluso lo spazio tra le linee) e 1 nei corridoi.
I difensori lavorano in due al centro, con la possibilità di uscire in pressione nei corridoi, e il terzo lavora sull’intercetto.

Al termine di ogni azione i difensori ruotano tra loro e cambiano di ruolo a tempo (vince la squadra di difensori che riesce ad intercettare più palloni, meno 1punto per ogni punto degli attaccanti).

Al termine di ogni azione cambiano un attaccante con uno della fila in attesa.
Gli attaccanti giocano a 2 tocchi.

Credit Immagine: http://www.mancity.com/-/media/Galleries/First%20Team/Tour%202016/Training%2021%20July/web-Pep-giving-guidance-A19U6813.jpg?width=1024&height=576