Lavoriamo sulle combinazioni nello stretto, sugli interscambi di posizione e sugli inserimenti..

1v1 + 4 Appoggi. Combinare nello stretto e lavoro su Interscambi di posizione e Inserimenti

Premessa

Vedendo il gol realizzato dall’Arsenal, nella partita contro il Norwich (gol che potete vedere qui), mi è venuta in mente quest’esercitazione. E’ chiaro che l’abilità e la tecnica individuale dei calciatori Londinesi sono difficilmente riproducibili, ma cercavo un’esercitazione che mirasse al dialogo in fase offensiva in spazio ridotto, unito ad un lavoro sugli inserimenti e sugli interscambi di posizione

Esercitazione proposta ad una squadra di Giovanissimi Sperimentali. Risultato??.. dopo qualche minuto d’assestamento, direi normale, l’esercitazione è riuscita abbastanza bene, considerando la difficoltà dell’esercitazione. Sottolineo infatti la parola difficoltà, in quanto non è per nulla semplice

Svolgimento

Si preparano 2 quadrati adiacenti nei pressi dell’area di rigore.
Le dimensioni di ogni quadrato variano un po’ a seconda della qualità del gruppo con cui si lavora. Io ne ho costruiti 2 da 8×8 ma si può arrivare anche ad un 12×12.

Poco fuori dai 2 quadrati, nel lato che guarda la porta, posizioniamo 2-3 sagome (2m fuori dal quadrato, poco prima dell’ingresso in area di rigore). Le sagome rappresenteranno la linea del fuorigioco

Io ho lavorato con 2 quadrati, avendo molti giocatori, e la disposizione di partenza è quindi questa

1v1 più 4 Appoggi. Combinare nello stretto(2)

Con meno giocatori possiamo lavorare su un solo quadrato, concentrando maggior attenzione solo su uno

1v1 più 4 Appoggi. Combinare nello stretto

All’interno di ogni quadrato posizioniamo 1 difensore. Cambiamo i difensori a tempo. I difensori lavoreranno sul contrasto diretto e indiretto (chiusura delle linee di passaggio)

Su ogni angolo del quadrato posizioniamo 1 attaccante. Se lavoriamo con 1 quadrato, avremo 4 attaccanti, se lavoriamo con 2 quadrati ne avremo 6, in quanto 2 angoli sono comuni ai 2 quadrati.
L’attaccante giallo parte da circa 5m fuori dal quadrato e vi entra in conduzione. All’interno del quadrato tutti gli attaccanti hanno un solo tocco a disposizione. Questa è la prima grossa difficoltà dell’esercizio, ragionare e capirsi in fretta coi compagni

L’obiettivo per gli attaccanti è quello di realizzare una combinazione ad almeno 3 giocatori per mandare al tiro uno dei 5 giocatori tra i 4 appoggi e l’attaccante che entra. Le possibilità di combinazione sono innumerevoli, considerata anche la possibilità di lavorare sull’interscambio di posizione, con l’appoggio alto che viene “sotto” e quello basso che attacca lo spazio in profondità. Vediamone alcune, ma ripeto, le possibilità sono innumerevoli

1v1 più 4 Appoggi. Combinare nello stretto(3)

1v1 più 4 Appoggi. Combinare nello stretto(4)

1v1 più 4 Appoggi. Combinare nello stretto(5)

La seconda difficoltà è la qualità nel passaggio in profondità, infatti sarà disturbato dal difensore, dovrà tener presente della velocità d’inserimento dell’attaccante e chi s’inserisce dovrà far attenzione a non finire in fuorigioco

Chi va al tiro recupera il pallone e torna in fila. Quindi se va al tiro 1 appoggio, l’attaccante che è entrato palla al piede prende il suo posto.
Si alterna un’azione sul quadrato di destra ad una sul quadrato di sx; coi 2 appoggi centrali che ruotano su tutti e 2 i quadrati

In sintesi

-1 solo tocco per gli attaccanti
-lavoro sugli inserimenti senza palla
-combinazione ad almeno 3 giocatori (anche 4, non 2)
-lavoro sugli interscambi di posizione (è quello più vicino alla porta che decide di creare spazio e quello basso s’inserisce, con la possibilità anche di interscambio in diagonale)

Puoi rimanere ogni giorno aggiornato sui nuovi contenuti di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio che puoi trovare a questo link

photo credit: Pensiero via photopin cc