Situazionale: 1c1 con Difensore che proviene da Diverse Posizioni e Transizioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Situazionale: 1c1 con Difensore che proviene da Diverse Posizioni e Transizioni

Nell’articolo vediamo un’esercitazione rivolta sia all’attività di base, sia al settore giovanile e, perché no, anche al mondo degli adulti.

Si tratta di una situazione di gioco il cui focus è sulla situazione di 1c1. La particolarità della situazione è la posizione del difensore e gli adattamenti veloci a cui sarà chiamato l’attaccante.

La disposizione è quella che si vede nella prima figura

Es. Difensiva 1v1 con Difensore in entrata casuale

Gli attaccanti Gialli sono posizionati in fila indiana al centro del campo e senza palla.
I difensori Blu vengono posizionati su sei posizioni differenti e ognuno viene numerato.

Il portiere trasmette palla (con le mani o coi piedi) al primo attaccante mentre il mister al tempo stesso chiama il numero di uno dei sei difensori.
L’attaccante sarà contrastato dal difensore corrispondente, con l’obiettivo di segnare nella porta difesa dal portiere.

Come notiamo in figura, a seconda del numero chiamato avremo situazioni di 1c1 con difensore che proviene frontalmente, lateralmente o in ripiegamento.
Quest’aspetto è molto importante per l’attaccante, perché lo obbliga ad agire prontamente e a prendere la soluzione più idonea nel minor tempo possibile, valutando appunto la provenienza d’arrivo del difendente.

Una variante può essere quella di inserire 2 porticine in cui il difensore dovrà segnare una volta recuperata palla (contrastato dall’attaccante). In questo modo inseriremo anche la fase di transizione.

Es. Difensiva 1v1 con Difensore in entrata casuale(2)

Possiamo anche aggiungere la regola che l’attaccante potrà concludere solamente dopo aver superato una linea (formata magari con 2 coni). Questa soluzione è da prendere in considerazione soprattutto quando chiamiamo in causa il difensore laterale o quello alle spalle.

  • Possiamo anche consegnare un pallone ad ogni attaccante. Il portiere darà il via all’esercizio chiamando in campo uno dei difensori, mentre l’attaccante al tempo stesso parte in guida della palla.

 

  • Oppure possiamo consegnare il pallone ai difensori. Quando il mister chiama il difensore, questi trasmette palla all’attaccante e lo attacca.

 

  • Altra variante molto interessante è quella di inserire la doppia porta. L’attaccante parte in guida della palla quando il portiere o il mister chiama in campo il difensore. L’attaccante potrà dirigersi, a sua discrezione, verso una delle 2 porte

Es. Difensiva 1v1 con Difensore in entrata casuale(3)

Credit Immagine: https://www.youtube.com/watch?v=ijHOb2c_39Y

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply