Situazione di Gioco: Lavoriamo su Ricezione e Difesa della Palla

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Situazione di Gioco: Lavoriamo su Ricezione e Difesa della Palla

Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione che ho utilizzato in questa stagione con un gruppo di Giovanissimi e che, a partire dalla categoria Esordienti, ritengo valida per ogni categoria.

Si tratta di una doppia situazione di 1c1 il cui focus è su ricezione e difesa della palla.

Nel corso delle ultime stagioni ho allenato  le categorie Allievi e Giovanissimi e non ho potuto non osservare le enormi difficoltà che il 90% dei ragazzi denota in questo fondamentale. In pochissimi sanno gestire la prima ricezione muovendosi sul corto e sotto pressione del difendente. Ancor meno, nel caso il controllo sia corretto, sanno applicare una difesa e protezione della palla ottimale, col difensore completamente attivo, si intende.

Il primo controllo deve infatti tener presente la ridottissima distanza dal difensore e dovrà essere effettuato col piede più lontano e cercando di mantenere la sfera, fin da subito, il più lontana possibile dall’intervento del difensore. Le superfici consigliate sono dunque la pianta del piede e l’esterno del piede.

Superata questa prima difficoltà, subentra il vero duello, utilizzando la forza delle gambe e delle braccia per tenere il difensore il più lontano possibile.

In questa seduta avevo dunque predisposto due situazioni di gioco, molto simili tra loro, variando gli angoli di provenienza dell’attaccante e del difensore, nonché la traiettoria della palla. A

Abbiamo dunque diviso i giocatori nei due campi e li abbiamo invertiti a metà esercitazione (circa 8′ per campo). I giocatori ruotano nel ruolo di attaccante e difensore dopo ogni azione. Le due esercitazioni non sono da sottovalutare nemmeno dal punto di vista metabolico (soprattutto di forza).

Campo A (Sinistra):

Passaggio a parabola (con le mani) per l’attaccante che si muove sul corto seguito dal difensore. L’attaccante deve prendere posizione sul difensore (che parte come da figura), proteggere la palla per poi segnare in una delle due porticine alle sue spalle (una delle due è comune ai due campi).

Campo B (Destra):

Passaggio rasoterra (coi piedi) per l’attaccante che si muove sul corto e angolo di intervento differente per il difensore. L’attaccante ha il medesimo obiettivo precedente.

Se i difensori rubano palla cercano il gol nella porta incustodita.

Richiedere ai difensori di essere particolarmente aggressivi sul primo movimento sul corto dell’attaccante e di lavorare per sottrarre la palla a questi. Evitare un atteggiamento attendista. Mettere in difficoltà l’attaccante.

Credit Immagine: https://www.dailystar.co.uk/sport/football/669523/Man-Utd-news-Romelu-Lukaku-BLASTED-defending-Burnley-John-Hartson

Share.

About Author

Diego Franzoso

Leave A Reply

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.