“L’Angolo del Preparatore”: Come Utilizzare gli Small Sided Games, di Mattia Tessarin”

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“L’Angolo del Preparatore”: Come Utilizzare gli Small Sided Games, di Mattia Tessarin”

Torna l’appuntamento con “L’Angolo del Preparatore”, rubrica curata dall’amico Mattia Tessarin, preparatore atletico del Delta Calcio Rovigo, militante nel campionato di serie D.

Gli small sided games sono esercitazioni tecnico-tattiche presentate sotto forma di partite opportunamente modificate dagli allenatori o preparatori atletici in base all’obiettivo specifico. Essendo un preparatore atletico vi vorrei parlare di quanto sia importante utilizzare questi small sided games per il miglioramento delle qualità fisiche dell’atleta. La letteratura suggerisce che, rispetto alle tradizionali partite 11v11, l’utilizzo degli SSG permette di ottenere valori simili o addirittura superiori in relazione alla frequenza cardiaca (FC), alla concentrazione di lattata ematico, nonché alla distanza percorsa.

Le risposte fisiologiche dei parametri del carico interno, nei giovani calciatori come nei calciatori adulti, possono essere prodotte in maniera diversa tra i differenti formati di SSG, anche e soprattutto, in base alle specifiche variabili che possono influenzare gli SSG.

Le maggiori variabili sono:

  1. Le dimensioni del campo di gioco
  2. Il numero di calciatori impegnati
  3. Le modifiche delle regole di gioco
  4. La presenza dei portieri durante le esercitazioni
  5. Il metodo di svolgimento
  6. L’incoraggiamento dello staff tecnico.

Nell’organizzazione della programmazione delle diverse esercitazioni con gli SSG nei diversi microcicli, il primo fattore importante, per determinare quale sia il formato di SSG più funzionale, è quello di classificare e individuare le dimensioni del campo dei diversi formati.

1vs1 2vs2 3vs3 4vs4 5vs5 6vs6 7vs7 8vs8
Piccolo 4×12 8×16 12×20 16×24 20×28 24×32 28×36 32×40
Medio 5×15 10×20 15×25 20×30 25×35 30×40 35×45 40×50
Grande 6×18 12×24 18×30 24×36 30×42 36×48 42×54 48×60

 

Negli SSG, le dimensioni del campo utilizzate e il numero di giocatori impegnati determinano l’intensità di allenamento e di conseguenza il dispendio energetico.

Gli SSG dall’ 1v1 al 4v4 consentono di raggiungere un picco di frequenza cardiaca pari al 90% della F.C. max.

Mentre nei formati che utilizzano numero maggiore di calciatori, si raggiungono intensità tra 80% e il 90% della F.C. max.

Lunedì: si mantiene questo giorno Libero

Martedì:

  • 4vs4,5vs5,6vs6 numero di giocatori coinvolti nelle esercitazioni
  • Le dimensioni del campo devo essere Medie
  • C. 60-75% della Frequenza Cardiaca massimale
  • Lattato Ematico 3-6 mmol/L

Mercoledì:

  • 2c2, 3c3, 4c4 numero di giocatori coinvolti nelle esercitazioni
  • Le dimensioni del campo devono essere Piccole
  • C. 80-90% della Frequenza Cardiaca Massimale
  • Lattato Ematico 7-10 mmol/L

Giovedì:

  • 5vs5, 6vs6, 7vs7 numero di giocatori coinvolti nelle esercitazioni
  • Le dimensioni del campo devono essere Grandi
  • C. > 90% della Frequenza Cardiaca Massimale
  • Lattato Ematico 6-12 mmol/L

Venerdì:

  • 1vs1, 2vs2, 3vs3, 4vs4 numero di giocatori coinvolti nelle esercitazioni
  • Le dimensioni del campo devono essere Medie
  • > 85% della Frequenza Cardiaca Massimale
  • Lattato Ematico 6-8 mmol/L

Sabato:

  • 4vs4, 5vs5, 6vs6 numero di giocatori coinvolti nelle esercitazioni
  • Le dimensioni del campo devono essere Medie
  • C. 60-75% della Frequenza Cardiaca massimale
  • Lattato Ematico 3-6 mmol/L

 

 

Credit Immagine: http://new.ebitemp.it/attivita/68

Share.

About Author

Mattia Tessarin

Laureato in Scienze Motorie presso l’Università di Ferrara • Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell’attività Motoria Preventiva e Adattata presso l’Università di Ferrara • Master in Teoria e Tecniche della Preparazione Atletica nel Calcio presso l’Università di Pisa • Abilitato FIGC Preparatore Atletico Settore Giovanile • Abilitato FIGC Allenatore di Base UEFA B • Tecnico qualificato “Istruttore di scuola calcio” CONI-FIGC • Docente di Educazione Fisica (supplenza)

Leave A Reply