Mini-Partita 2v2 con ricerca della profondità Premessa L’esercitazione rientra tra le “classiche” esercitazioni che sicuramente abbiamo già visto fare o proposto. Mi piace però l’idea… Continua »

Mini-Partita 2v2 con ricerca della profondità

Premessa

L’esercitazione rientra tra le “classiche” esercitazioni che sicuramente abbiamo già visto fare o proposto. Mi piace però l’idea di svilupparla in 2 step mettendola ancor di più nel situazionale. L’ho proposta con un gruppo di Pulcini all’ultimo anno e credo che nelle fasce Esordienti e Giovanissimi al primo anno possa essere ottima come proposta

Svolgimento

Partita 2v2 con ricerca della profondità

Si posiziona un campo di dimensioni variabili ma privilegiando la profondità, quindi non un quadrato.
Posizioniamo 2 coppie di giocatori e 2 Jolly. L’obiettivo è quello di portare palla in meta o con un’azione individuale o con una giocata in profondità per il Jolly che scarica, con un massimo di 2 tocchi, per uno dei 2 compagni in possesso che poi la portano in meta
-Quindi il Jolly non può dar palla direttamente in zona di meta ma all’interno della zona centrale. Sarà poi compito del giocatore portare la palla in meta
-Il Jolly può giocare sia su chi gli ha dato palla sia sul compagno
-I 2 Jolly possono passarsi palla tra di loro?? A discrezione dell’allenatore. Se sì, introduciamo il concetto di Palla Filtrata

Nel mantenimento del possesso possiamo giocare anche col Jolly a sostegno che anch’esso gioca con un massimo di 2 tocchi
Ogni Jolly è quindi Vertice Alto per una squadra e Sostegno per l’altra
Possiamo cambiare i Jolly a tempo

NOTA: in questo 2v2 introdurremo un concetto molto importante, quello di accorciare in avanti dopo la ricerca della profondità.

EVOLUZIONE

Partita 2v2 con ricerca della profondità(2)

L’esercitazione viene messa ancor più in situazione, collocando una porta difesa dal portiere oltre una linea di meta. Direi una decina di metri ma dipende dalla categoria.
Ora le squadre avranno compiti differenti. I bianchi saranno impegnati ad attaccare la porta mentre i rossi a difenderla.
I bianchi dovranno quindi mantenere il possesso con l’aiuto del Jolly a sostegno e servire il Jolly in profondità che, giocando ad un max di 2 tocchi, serve un proprio compagno nella zona centrale o anche in zona di meta per la conclusione di uno dei 2 compagni.

Il Vertice può quindi giocare palla anche in zona di meta e la squadra in difesa potrà entrare a contrastare sullo scarico. Chi va alla conclusione lo fa dalla zona di meta, larga 5-8m.
In caso di gol si riparte dal Jolly a sostegno che gioca per i bianchi

Il compito dei rossi sarà invece quello di recuperare palla e portarla nella zona di meta dei bianchi, potendo giocare con i 2 Jolly o attraverso un’azione individuale.

Partita 2v2 con ricerca della profondità(3)

Se la squadra a difesa della porta riesce nel suo intento, si invertono i compiti delle 2 squadre. I bianchi andranno a difesa della porta e i rossi la attaccheranno

OSSERVAZIONI E NOTE

– Dopo una prima fase di “approccio” all’esercitazione, in cui i ragazzi andavano più all’azione individuale che alla giocata sul vertice, han capito l’utilità di quest’ultimo e han cominciato a servirlo con maggior continuità, sviluppando alcune combinazioni davvero interessanti.

– Il passaggio di scarico è invece ancor poco concepito da molti ragazzi ed è normale nell’attività di base. Pochi han già sviluppato una visione a 360°

– Possiamo obbligare i 2 Jolly ad usare le parole chiave “Scarica” e “Vertice” se vogliono ricevere palla

– Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio