Allenamento Integrato: Competizione a Squadre – Rapidità e Tiro in Porta –

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Allenamento integrato: rapidità abbinata al tiro in porta con competizione a squadre

Si formano 2 squadre. La competizione, anche durante i tiri in porta, rende l’esercitazione maggiormente stimolante per i ragazzi e l’attenzione sul gesto tecnico aumenta

In prossimità del limite dell’area si formano 3 stazioni.

A sinistra abbiamo 4 cerchi di 2 differenti colori. L’esercitazione prevede 2 appoggi sui cerchi rossi e 1 appoggio in quelli gialli

Allenamento integrato Tiro in porta abbinato alla rapidità

Al centro abbiamo 4 paletti (in figura sono birilli perchè il programma che utilizzo non ha i paletti). L’esercitazione prevede uno slalom rapido con passi corti e brevi

A destra abbiamo la “speed ladder” o scaletta, in cui si effettueranno varie forme di appoggi, piuttosto semplici per non allungare i tempi di attesa in fila

Squadra gialla posizionata a sx, squadra bianca a dx. La stazione centrale resta momentaneamente libera. Nota: nel caso avessimo molti giocatori possiamo formare 3 squadre ed ecco allora che avremo una squadra per stazione.

Le 2 squadre sono disposte con un proprio giocatore al limite dell’area senza palla mentre tutti gli altri sono davanti alla stazione con un pallone ciascuno.
Il primo giocatore trasmette palla al compagno posto al limite dell’area il quale l’appoggia di prima all’uscita della stazione per il tiro in corsa del compagno. Chi tira poi prende il posto del compagno al limite e chi ha appoggiato palla recupera il pallone e si porta in fila

Si alterna un tiro della squadra gialla ad uno della squadra bianca. I punteggi sono i seguenti:

-1 punto per il gol
-2 punti per il gol tra palo e paletto
-3 punti per il gol tra palo e paletto sul secondo palo (dalla stazione centrale non è possibile quindi ottenere 3 punti)
– si toglie 1 punto ogni 2 tiri che finiscono alti sopra la traversa

Ogni 5′ le squadre scalano di una stazione. Tempo di lavoro tot. 15′

Il mister terrà i punteggi e la squadra sconfitta dovrà eseguire una “penitenza” che sarà decisa anticipatamente. La penitenza può prevedere piegamenti, addominali, “scaldaculo” (tutti sulla linea di porta piegati in avanti e la squadra che ha vinto calcia in porta), raccolta del materiale ecc. ecc.

NOTE E OSSERVAZIONI:

-Sarà facile osservare che qualche giocatore sia concentrato esclusivamente sul tiro in porta e non sulla parte fisica dell’esercitazione. L’istruttore, in caso di gol proceduto da una scarsa attenzione nella parte motoria, può decidere di annullare il gol.

Per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Credit Immagine: http://www.mastergol.it/wp-content/uploads/2013/10/tiro-in-porta-imm.jpg

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

2 commenti

  1. Francesco Bertagna on

    L’aspetto più difficile per i giocatori in questi esercizi è quello di ricordarsi, dopo aver tirato, di prendere subito il posto del compagno addetto allo scambio. Solitamente dopo il tiro, in caso di goal iniziano ad esultare, in caso invece di tiro fuori iniziano a tirare parolacce e con molta calma vanno a recuperare il pallone.. Insistere insistere insistere su questo aspetto: tiro, non penso a come è andato il tiro e mi rendo subito disponibile per una nuova azione..

    • Diego Franzoso

      In realtà io adotto un sistema piuttosto semplice per mantenere l’attenzione. Se la fila non è immediatamente pronta ad effettuare il passaggio dopo la conclusione degli avversari, si salta un turno. T’assicuro che saranno i compagni stessi a richiamare l’attenzione di chi magari si dimentica di fermarsi al limite

Leave A Reply