“Ampiezza Relativa”: Point Break, di Alessandro Vittorio Formisano

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“Ampiezza Relativa”: Point Break

Il Point Break è il punto di rottura di un sistema. Il punto debole dove è possibile colpire per generare una frattura, creare disordine e trarre dei vantaggi in tutto il ciclo del gioco, non per forza in fase di possesso. I

In nostro soccorso arriva la fisica: applicando una forza o una sollecitazione esterna a un materiale, questo subirà una deformazione e un cambiamento dello stato tensionale interno.

La stessa deformazione che subisce una squadra una volta colpita al cuore, quando perde punti di riferimento e deve riorganizzarsi per evitare di subire. In quel tempo di riorganizzazione spesso la squadra avversaria prende il sopravvento.

2 Maggio 2009: Real Madrid – Barcellona 2-6, K.O tecnico.

Tutti ricordiamo la storia dell’incontro tra Pep e Leo la sera precedente della gara, la nascita dell’idea del falso nueve e le conseguenze che quella geniale intuizione porterà di lì in avanti.

Messi: “Pep mi chiamò e mi fece venire al centro sportivo per spiegarmi che avremmo cambiato la mia posizione. Mentre stava visionando alcune partite con Tito, aveva deciso di compiere qualcosa di inedito.”

La motivazione principale, racconta Xavi, era quella di colpire le merengues nel loro punto debole (P.B):
“Guardiola disse a Henry ed Eto’o che si sarebbero mossi tra l’esterno e il centrale di riferimento. Questo perché, analizzando i movimenti dei loro difensori (Ramos e Cannavaro), Pep si era accorto che non salivano mai a pressare il terminale offensivo. Con Messi in posizione centrale e arretrata, ci saremmo trovati in superiorità numerica. E così è stato.”

Pep aveva trovato il POINT BREAK nel sistema Merengues, lo spazio lasciato dai centrali una volta attirati dal movimento di Messi e delle altre due punte più strette del solito, in più la pulce non è una punta come le altre, impossibile non seguirlo.

Ed ecco che: “fu qualcosa che spiazzò il Real Madrid. Appena i loro centrali salivano, Eto’o e Henry s’infilavano nello spazio alle loro spalle. Così nacque per esempio il primo gol di Thierry.”

Generata la frattura si crea un varco da oltrepassare. Dall’altra parte si trova la luce. Ogni sistema ha più POINT BREAK, in fase di possesso, fase di non possesso e nelle transizioni, basta trovarli.

 

Credit Immagine: https://www.foxsports.it/

Share.

About Author

Alessandro Vittorio Formisano

Alessandro Vittorio Formisano. 28 anni e sentirli. Allenatore UEFA B - Under 16 Benevento Calcio. Da sempre alla ricerca del senso nascosto di ogni cosa. La cura del dettaglio e la curiosità mi hanno spinto a mettermi in gioco al servizio dei giovani. Odio i compromessi e gli obblighi. Sono convinto che il gioco sia libero per natura. https://www.potentialfit.it/sport/

Leave A Reply