Esercitazione Difensiva: 3 contro 3 con Transizioni

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Esercitazione Difensiva: 3 contro 3 con Transizioni

Nell’articolo di oggi ripropongo aggiornata un’esercitazione pubblicata su Ideacalcio ormai 5 anni fa e che avevo sviluppato sul campo con una squadra di Giovanissimi al secondo anno.
La proposta è stata inserita a completamento di una progressione che è partita da situazioni di gioco con minor complessità (1 contro 1, 1 contro 2 e 2 contro 2).

In questa esercitazione il Focus della proposta l’ho rivolto esclusivamente sui Principi di Tattica individuale e collettiva in Fase di Non Possesso.

Giocatori: tutti inclusi.

Per le dimensioni del campo di gioco possiamo prolungare l’area di rigore, arrivando nei pressi del cerchio di centrocampo.

La struttura della proposta è abbastanza semplice ed è quella che si vede nella figura che segue.

Es. Difensiva 3v3 e transizioni

Collochiamo 3 difensori Blu al centro del campo e teniamone almeno altri 3 sull’esterno per dare il cambio ai compagni (ogni 3 azioni può essere un’indicazione generale).

Sempre all’interno del campo collochiamo 2 attaccanti Gialli.
All’esterno del campo di gioco collochiamo tre fila di attaccanti Blu, numerate e con tutti i giocatori in possesso del pallone.

Al via dell’allenatore questi chiamerà il numero di una delle tre fila di attaccanti; il primo di questi entra palla al piede per dar vita ad una situazione di 3 contro 3.
I tre difensori dovranno innanzitutto orientarsi verso la posizione dell’attaccante in entrata, stringendo nel mezzo o scivolando verso l’esterno.

L’obiettivo degli attaccanti è quello di entrare in zona di tiro (area gialla) in conduzione o mediante un passaggio per poi concludere nella porta difesa dal portiere.
In una prima fase i 3 difensori non possono difendere all’interno della zona di tiro mentre successivamente viene concessa ai difensori questa possibilità.

Se gli attaccanti riescono ad entrare in zona di tiro, l’azione termina.
L’attaccante che entra in zona di tiro o l’ultimo che tocca il pallone, esce dall’azione e torna in una delle tre fila, mentre gli altri 2 compagni restano in campo (prendendo il posto dei 2 attaccanti che erano partiti già in campo).
I tre difensori si posizionano come da situazione iniziale e il mister chiama un secondo attaccante che entra palla al piede per creare una nuova situazione di 3 contro 3.

VARIANTE

In questa esercitazione ho scelto di inserire una variante che stimoli la fase di transizione difensiva-negativa degli attaccanti. Questa è infatti ed innanzitutto più un aspetto mentale, legato ad un rapido cambiamento di attitudine mentale, piuttosto che una fase tattica-strategica.

Uno dei tre difensori, già durante la fase difensiva, tiene una pallina in mano (le ridotte dimensioni permettono al difensore di muoversi comunque senza intralci – per intenderci sono quelle della Decathlon, numero 2).
Se i difensori rubano palla o se questa esce dal campo, i tre difensori dovranno effettuare 3 passaggi consecutivi, con la pallina, e potendo contare anche sull’aiuto del portiere, che però può ricevere palla solo se entra nella zona centrale del campo.

I tre attaccanti dovranno toccare con le mani il possessore della pallina, ottenendo in questo  modo 1 punto e ponendo fine all’azione.

Al tempo stesso i tre difensori (e portiere compreso) dovranno a loro volta reagire prontamente al cambio di fase.

OSSERVAZIONI

Dopo alcuni minuti di “assestamento al gioco”, gli attaccanti, valutato precedentemente quale dei 3 difensori avesse la pallina, non appena l’azione terminava erano già pronti ad aggredire e raddoppiare sul portatore.

Un’ulteriore variante può essere quella di permettere ai difensori di trasmettersi la pallina durante la fase di non possesso (variante molto molto difficile perché presuppone che durante la fase difensiva si riesca anche a comunicare-guardarsi-trasmettersi la pallina)

Ho trovato questa esercitazione molto utile per allenare:

  • presa di posizione;
  • marcamento e contrasto;
  • difesa della porta;
  • accorciare sul possessore;
  • distanza d’arresto dal portatore;
  • marco e copro;
  • figura a palla centrale;
  • figura a palla laterale;
  • ri-aggressione immediata;
  • ri-organizzazione veloce sul nuovo attaccante in entrata;

 

Credit Immagine: https://www.tuttomercatoweb.com/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply