Esercitazioni Tecnico-Funzionali: Smarcamento di Rottura (due Esercizi)

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Esercitazioni Tecnico-Funzionali: Smarcamento di Rottura (due Esercizi)

Nell’articolo di oggi vediamo due esercizi che ho utilizzato nel corso della passata stagione con un gruppo di Giovanissimi e che possono essere rivolti a tutte le categorie dell’attività agonistica, prime squadre comprese.

Le due proposte si possono inserire all’interno della fase di attivazione o a completamento di essa e sono state utilizzate in due sessioni d’allenamento differenti.

Di che cosa si tratta? Si tratta di due esercizi che mirano a perfezionare alcuni aspetti tecnici, in questo caso controllo orientato e trasmissione, in funzione del modello di gioco. In sostanza, “la tecnica in funzione di un’idea da perseguire”.

Nel nostro caso si tratta della ricerca dell’uomo tra le linee, la ricerca della superiorità posizionale, uno dei cardini del Gioco di Posizione.

I giocatori si dividono su due o tre campi di gioco, a seconda del numero di elementi a disposizione.

Proposta Numero Uno

  • Il giocatore (1), in possesso di palla, la trasmette a (2) che esegue un controllo orientato di interno destro per guadagnare campo e condurre verso la sagoma;
  • Il giocatore (2) effettua un Cambio di Direzione a chiudere (CdD) di 180° per poi trasmettere palla a (1).
  • I giocatori (3) e (4), posizionati in prossimità delle sagome, sul passaggio di (2) per (1), si posizionano ad altezze differenti, col secondo che si alza oltre le sagome.
  • Gioco a muro tra (1) e (3), l’elemento rimasto sul corto, e passaggio a (4) in rottura (alle spalle del difendente, in questo caso rappresentato dalla sagoma).
  • Quest’ultimo esegue un controllo orientato verso la porticina per poi verticalizzare sull’inserimento di (6) che attacca lo spazio creato dal movimento di (5).

Osservazione

“La situazione potrebbe benissimo rispecchiare un nostro centrocampista, o il trequartista, che riceve palla alle spalle della linea di centrocampo avversaria. Sul controllo, la punta centrale crea spazio, portandosi via il difensore centrale avversario per favorire il taglio dell’esterno d’attacco”.

Possibili VARIANTI:

  • gioco a muro tra (4) e (5) e passaggio sull’inserimento di (6);
  • (1) può non giocare a muro con (3) e servire direttamente (4) tra le linee

Proposta Numero Due

Come si vede dalla figura, la struttura della proposta è molto simile alla precedente. Si toglie di fatto un esterno basso e il vertice avanzato centrale e si inserisce un secondo esterno avanzato.

  • Il giocatore (1) conduce palla e affronta un breve slalom.
  • Nel frattempo (3) si alza tra le linee.
  • Il giocatore (1) all’uscita scambia palla con (2) per poi servire (3) tra le linee;
  • Il giocatore (3) effettua un controllo orientato verso la porticina per poi verticalizzare per (4) che s’inserisce per concludere nella porticina.
  • Si attacca lo spazio una volta partendo da destra e una volta da sinistra

FOCUS:

  • tempo per portarsi tra le linee;
  • chi si porta tra le linee deve voler palla (postura del corpo e atteggiamento attivo);
  • passaggio forte per rompere la linea;
  • controllo di qualità;
  • tempo dell’inserimento dietro l’ultima linea

Credit Immagine: http://www.rfef.es/noticias/informacion-asistir-al-entrenamiento-oficial-seleccion-estadio-rosaleda

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply