Riscaldamento tecnico nel cerchio: controllo e gioco

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Riscaldamento tecnico nel cerchio: controllo e gioco

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornata una proposta pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nel marzo 2014. Si tratta di un esercizio che avrete sicuramente già visto fare in diverse varianti e che può essere rivolto a tutto il settore giovanile, dai Giovanissimi agli adulti. Può essere un’idea da utilizzare ad esempio in una seduta di scarico. 

Predisponiamo un cerchio di dimensioni variabili e adatte al numero di giocatori coinvolti nella proposta. Uno dei vantaggi è che possiamo coinvolgere tutti i giocatori all’interno dello stesso spazio (non sempre è possibile) e quindi avere sempre tutti sott’occhio anche qualora non disponessimo di un collaboratore.

Dividiamo la squadra in due gruppi, uno all’interno del cerchio e con un pallone a testa mentre l’altro all’esterno senza palla. I giocatori all’interno guidano la palla eseguendo varie proposte mentre quelli all’esterno fungono da sponde. Cambiamo interni e sponde ogni 1’30”-2′.

All’interno del cerchio disponiamo diverse sagome per incentivare lo smarcamento in zona luce e per lavorare su una variante che vedremo successivamente.

Riscaldamento Tecnico nel cerchio

Lo step base prevede che il giocatore all’interno giochi palla ad un esterno che la restituisce a due tocchi obbligatori.

A questo punto subentrano numerose VARIANTI

  • l’esterno gioca di prima
  • l’esterno gioca sulla figura o per forza nello spazio (sono due varianti diverse)
  • l’interno gioca palla sull’esterno e va a ricevere palla da un altro esterno
  • l’esterno rigioca palla sull’esterno chiamandogli “solo” o “uomo”. Nel primo caso l’interno esegue un controllo orientato e cambia direzione, nel secondo i due giocatori eseguono un doppio scambio
  • l’interno gioca palla all’esterno chiamandogli “corto” o “lungo”. Nel primo caso gli suggerisce un passaggio sulla figura, nel secondo caso un passaggio nello spazio
  • l’interno gioca palla all’esterno e questi rigioca di prima chiudendo la triangolazione prendendo in mezzo una delle sagome
  • l’esterno restituisce palla all’interno, con quest’ultimo che esegue un controllo orientato dietro la gamba d’appoggio
  • l’esterno prende la palla in mano e la rigioca a parabola per il controllo aereo dell’interno
  • l’interno gioca palla sull’esterno e si propone sul corto per un passaggio a muro. L’esterno rigioca infine palla nello spazio per una sorta di corto-corto-lungo

La proposta può terminare formando due squadre. Ognuna a sua volta si divide tra esterni e interni. All’interno del cerchio si gioca un possesso palla potendo contare sul supporto solamente dei propri esterni o di tutti.

 

Credit Immagine: http://image.nanopress.it/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali Élite dell'AC Este

Leave A Reply