Tattica Individuale: Impariamo a Difendere e Proteggere la Palla

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Tattica Individuale: Impariamo a Difendere e Proteggere la Palla

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornata una proposta pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nell’agosto 2012.

Si tratta di una situazione di gioco portata sul campo con una squadra di Pulcini (ultimo anno) e rivolta anche alle categorie Esordienti e Giovanissimi; con quest’ultimi (categoria che ho seguito molto nel corso degli ultimi anni) vorrei sottolineare come, la difesa e la protezione della palla (argomento di questo articolo) siano merce rarissima. Credo sia frutto principalmente del poco tempo che viene dedicato a questi aspetti e di come necessitino di un’adeguata preparazione non solo tecnica, ma anche coordinativa.

Campo di gioco indicativamente 25×15; ma andrà adattato alla categorie e capacità dei ragazzi. Al centro del campo predisporre un quadrato circa 5×5.

Giocatori necessari: almeno 4, 2 palloni L’attaccante (A) e il difensore (D) si trovano all’interno del quadrato.

Tecnica Applicata Difesa e Protezione della palla

L’attaccante (A) Rosso è marcato da (D) e può ricevere a sua discrezione la palla da uno dei due compagni, entrambi in possesso e posizionati sulle due linee di fondo campo.
Il giocatore (A), una volta entrato in possesso della sfera, potrà:

  • difenderla per 8″ all’interno dello spazio delimitato (1 punto);
  • girarsi e dribblare l’avversario (2 punti);
  • se dopo il dribbling riuscirà ad uscire dal quadrato e segnare nella porticina, guadagna (3 punti);

A sua volta (D), se conquista palla, potrà attaccare la porticina per segnare (2 punti).

Dopo 2′, (A) e (D) escono e vanno a fare gli assistenti, lasciando il posto agli altri due compagni. Alla seconda ripetizione si invertono i compiti di (A) e (D).

VARIANTI:

  • I due assistenti hanno la palla in mano e il prescelto da (A) la gioca a parabola, con (A) che dovrà difenderla e proteggerla. Una palla che non arriva più rasoterra ma con traiettoria aerea (diventa importante anche la lettura delle traiettorie). Variante molto difficile
  • Per semplificare l’esercitazione si può dare a (D) l’obbligo di attaccare (A) solo dopo che quest’ultimo tocca palla.
  • I giocatori (A) e (D) partono da fuori il quadrato e (A) riceve in corsa. Anche questa variante può essere proposta con palla rasoterra o a parabola
  • La proposta può essere anche contestualizzata a zone di campo.

 

Foto: https://www.gettyimages.it

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply