Tecnica di base: alleniamo la trasmissione a un tocco nel traffico

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Tecnica di base: alleniamo la trasmissione a un tocco nel traffico

Nell’articolo di oggi vediamo l’evoluzione di tre proposte originariamente pubblicate su Ideacalcio nel novembre 2013 e che potete ritrovare a questo link.

Si tratta di un esercizio analitico utile ad allenare la trasmissione a un tocco, aggiungendo, rispetto agli step precedenti, una maggior caoticità, dovuta alla presenza di avversari passivi. Negli anni l’ho utilizzato con le categorie dell’attività agonistica in fasi diverse della seduta d’allenamento. Può essere un’idea da inserire fin dai primissimi minuti o a completamento del riscaldamento.

La proposta originale è stata utilizzata dal Bayern Monaco di Pep Guardiola. Io l’ho adattata al numero di giocatori che avevo a disposizione e, in questa variante, ho appunto inserito la presenza di un doppio gruppo di lavoro all’interno dello stesso spazio.

Lo spazio di gioco viene allargato rispetto agli step precedenti, infatti, all’interno dello stesso spazio di gioco, non agirà più un unico gruppo di giocatori (ogni gruppo è composto da minimo 7 elementi), bensì due (almeno 14).

Trasmissione Ricezione a 1 tocco e nel traffico

Ogni gruppo si dispone con 2 giocatori su un vertice e 2 all’interno, in diagonale rispetto alla palla. Sugli altri tre angoli collochiamo un solo giocatore per gruppo. Ogni colore muove il proprio pallone, ostacolando solamente indirettamente l’altro gruppo.

La richiesta è quella di muovere palla rispettando l’alternanza diagonale-verticale: la palla si muove da un vertice diagonale all’altro prima di essere mossa verticalmente lungo lo stesso lato.

Per muovere palla verticalmente si può eseguire un passaggio diretto o si può giocare a muro con chi ci sta di fronte. Per muovere palla in diagonale possibilità di giocate a muro. Si gioca obbligatoriamente a un tocco.

L’indicazione è quella di muovere la palla il più velocemente possibile da un vertice all’altro. Ciò vuol dire che se il passaggio in diagonale, da vertice a vertice, è sicuro e libero, cercare un immediato passaggio.

Considerazioni:

Ricerca continua di linee di passaggio sicure (smarcamento in zona luce). Essendovi due gruppi all’interno dello stesso spazio, l’altro gruppo ostacolerà indirettamente alcune linee di passaggio. Ciò comporterà una costante ricerca di linee di passaggio libere e quindi un continuo smarcamento-adattamento in funzione ai movimenti della squadra avversaria. Nel caso non vi fosse un passaggio diretto libero, giocata interlocutoria a muro per guadagnare un tempo.

Essendovi l’obbligo di giocare a un tocco, si verranno a ricreare moltissime combinazioni palla avanti, palla indietro, palla avanti.

L’obbligo di giocare a 1 tocco all’interno di uno spazio in cui vi siano dei giocatori in movimento appartenenti ad un altro gruppo, sollecita i giocatori a valutare attentamente l’evolversi della situazione (posizione dei compagni, posizione dei giocatori dell’altro gruppo, traiettoria della palla, velocità della palla) per scegliere il passaggio migliore.

 

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali Élite dell'AC Este

Leave A Reply