Fase di Non Possesso: Esercitiamo il Pressing Ultra Offensivo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Fase di Non Possesso: Esercitiamo il Pressing Ultra Offensivo

Nell’articolo di oggi ripropongo aggiornato un’esercitazione pubblicata per la prima volta su Ideacalcio ad Aprile 2013. La proposta è a mio avviso rivolta alle categorie Allievi, Juniores e Prime Squadre.

L’esercitazione vuole allenare principalmente l’azione di pressing, coordinato e aggressivo, attraverso una proposta a bassa complessità. Per questa ragione ritengo possa essere uno strumento “preparatorio” a situazioni maggiormente complesse, che si avvicinino sempre di più alla situazione reale della partita.

L’azione di pressing, come sappiamo, può essere attuata a diverse altezze (del campo), indirizzando i flussi di gioco avversari verso il centro o verso le corsie laterali, a seconda delle indicazioni dell’allenatore.

L’esercitazione la sviluppai sul campo ormai diversi anni fa con una squadra di adulti, proponendo un calcio di grande intensità e corsa. Il pressing ultra offensivo fu uno dei Principi maggiormente ricercati, tale da permetterci di recuperare un elevato numero di palloni nei pressi della trequarti avversaria.

Giocatori necessari: almeno 12. La squadra Gialla si schiera con 4 difensori e 2 centrocampisti, mentre quella Blu con 2 attaccanti e 4 centrocampisti.

Campo di gioco: si prepara un campo 40×60 diviso come da figura. L’ampiezza è 60 metri mentre la profondità 40 metri. Lo spazio di gioco viene diviso orizzontalmente in due metà campo e vengono poi delimitate verticalmente tre zone di uguali dimensioni (20 metri ciascuna). Le due corsie laterali vengono poi divise orizzontalmente in due metà campo.

Es. Difensiva Pressing Ultraoffensivo

L’obiettivo della squadra Gialla è quello di condurre palla a meta alle spalle dei Blu, superando la linea rossa. Possiamo permettere la meta solo in conduzione o anche ricevendo il passaggio in zona di meta, sull’inserimento di un compagno.

I terzini Gialli possono oltrepassare la linea di metà campo, mentre chi gioca nelle due zone centrali (difensori centrali e centrocampisti centrali) non può uscire dalla sua rispettiva zona di competenza (gioca zonato).

L’obiettivo dei Blu è quello di organizzare un’azione di pressing finalizzata a recuperare la palla per segnare in una delle tre porticine. La squadra Blu dovrà però rispettare alcune regole:

  • l’esterno di centrocampo Blu non può attaccare il terzino Giallo fintanto che la palla non viene giocata al secondo. Non appena parte il passaggio verso il terzino, l’esterno Blu può uscire in pressione;
  • i giocatori non possono uscire dai loro rispettivi settori, tranne i due attaccanti che possono raddoppiare sui terzini avversari, abbandonando quindi la zona centrale;
  • i due attaccanti possono scendere per raddoppiare sui centrocampisti gialli? A discrezione dell’allenatore;

OSSERVAZIONI

Vengono introdotti dei concetti molto importanti, quali: i raddoppi di marcatura, la lettura della situazione specifica, il tempo delle uscite in pressione, l’indirizzare verso il centro o sull’esterno, la chiusura delle linee di passaggio, ecc .

I giocatori dovranno diventare abili nel riconoscere una situazione potenzialmente vantaggiosa e comprendere quelle potenzialmente svantaggiose per la difesa, come ad esempio un controllo sbagliato, un passaggio lento o errato, una palla alta

Organizzare un buon pressing richiede:

  • una notevole attenzione
  • un’ottima condizione fisica
  • un’ottima condizione mentale
  • una notevole aggressività

Una VARIANTE può essere quella di inserire un ulteriore difensore o un ulteriore centrocampista; o entrambi.

Es. Difensiva Pressing Ultraoffensivo(2)

Queste situazioni di inferiorità numerica obbligheranno la squadra Blu a trovare le scelte tattiche più opportune, leggendo in anticipo situazioni potenzialmente vantaggiose nell’immediato o di lì a poco.

E come esco in pressione sull’avversario? Esco dritto per dritto o indirizzo? Esco forte a caso o meglio talvolta temporeggiare? Meglio uscire o meglio chiudere una linea di passaggio?

Sono queste molte domande che l’allenatore dovrà porre ai suoi giocatori.

 

Credit Immagine: https://www.hitc.com/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply