Un Mondo di Giochi: I ladri di angurie

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Un Mondo di Giochi: I ladri di angurie

L’obiettivo di questa rubrica vuole essere quello di proporre diversi giochi (attività ludiche, che dir si voglia) rivolti in particolare al mondo della scuola (sia essa dell’infanzia o media, primaria e secondaria) ma anche a tutte quelle discipline che sono alla ricerca di un momento ludico per rafforzare le relazioni socio-affettive.

Gioco rivolto in particolare alla scuola primaria ma utilizzabile anche in quella secondaria di primo grado (scuola media). La fascia d’età consigliata è quella dalla terza elementare alla terza media (8-13 anni).

Formiamo due o tre squadre, a seconda del numero di allievi e del materiale a disposizione. Queste verranno poi disposte in fila indiana, tranne un giocatore, scelto autonomamente, che si posiziona nella zona opposta del campo.

Davanti ad ogni squadra viene predisposto un percorso coordinativo che può prevedere infinite varianti. Nell’immagine ho scelto di concentrarmi sul saltare e sull’equilibrio.

Giochi Percorso Coordinativo per il Saltare e il Lanciare

Al segnale di partenza, il primo giocatore di entrambe le squadre dovrà saltare due ostacolini in successione, saltare sopra un plinto (una panchina) e saltare verso il basso, terminando con tre saltelli mono-podalici (il percorso è naturalmente modificabile a proprio piacimento).

Terminata questa prima parte, si aggira il cono e si preleva una pallina/frutto (di spugna o da tennis) dal deposito della frutta (posizionato a metà distanza tra le due squadre).

I due allievi dovranno a questo punto portarsi nella zona rossa e lanciare il frutto verso il proprio compagno situato oltre il “muro” (la linea di gioco), il quale regge tra le mani un contenitore (scatolone più o meno grande).

Il compagno oltre il muro dovrà riuscire a prendere al volo la pallina lanciata dal compagno, facendola cadere dentro il cesto (la pallina non potrà essere afferrata con le mani).

Non appena si lancia la pallina, il successivo giocatore in fila potrà partire col medesimo esercizio.
Vince la squadra che allo scadere del tempo, o quando saranno terminate le palline nel deposito, avrà più palline nel cesto.

La distanza dalla zona rossa al compagno con lo scatolone dipende dall’età e dalle capacità degli allievi. Le dimensioni dello scatolone influiranno negativamente o positivamente sulla difficoltà del gioco.

VARIANTI

  • Una volta lanciato il frutto bisognerà correre immediatamente oltre il muro, prendendo il ruolo del compagno precedente.
  • E’ possibile adattare il gioco all’attività calcistica. Una volta concluso il percorso si prende un pallone e, una volta raggiunta la zona rossa, lo si dovrà calciare (con palla in mano o a terra) per il compagno che dovrà riceverla e afferrarla con le mani. Altre varianti possono prevedere che si parta in conduzione o che il ricevente debba riceverla ad esempio solo di petto.

Oltre all’aspetto ludico, le finalità possono essere:

  • schemi motori di base e capacità coordinative (saltare e lanciare)
  • saper dosare la propria forza 

 

Foto: http://www.seguonews.it

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali Élite dell'AC Este

Leave A Reply