Un Mondo di Giochi: Il furto dei mandarini

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Un Mondo di Giochi: Il furto dei mandarini

L’obiettivo di questa rubrica vuole essere quello di proporre diversi giochi (attività ludiche, che dir si voglia) rivolti in particolare al mondo della scuola (sia essa dell’infanzia o media, primaria e secondaria) ma anche a tutte quelle discipline che sono alla ricerca di un momento ludico per rafforzare le relazioni socio-affettive.

Gioco rivolto principalmente alla scuola primaria e in particolare al primo triennio (fascia d’età 6-9 anni).

Scegliamo innanzitutto 2-3 giocatori che ricopriranno il ruolo dei “guardiani del frutteto”. Il numero di guardiani dipende dal numero di giocatori; indicativamente un guardiano ogni 5-6 allievi. Mentre i guardiani si disporranno liberamente all’interno del campo, i restanti giocatori (blu) svolgono il ruolo dei ladri e si schierano inizialmente nella zona bianca.

Al via dell’insegnante, i ladri dovranno raggiungere la linea di fondo campo opposta (zona verde) attraversando il frutteto difeso dai guardiani. L’obiettivo dei blu è quello di recuperare un mandarino (palline di spugna, da tennis, di carta, ecc.). A questo punto si ritorna alla zona bianca correndo all’esterno del campo, sul lato destro o sinistro (a propria scelta).

Nel tragitto di ritorno si supereranno in salto diversi ostacolini posti a distanza variabile e differente tra i due lati del campo. A questo punto si deposita il mandarino nel proprio cesto e si ritorna in gioco per un nuovo viaggio.

I guardiani, dal canto loro, potranno muoversi liberamente con l’obiettivo di catturare/toccare i ladri. Chi viene preso diventa prigioniero e si posiziona in quadrupedia (mani e piedi a contatto con il pavimento, senza appoggiare le ginocchia a terra). Per liberare un prigioniero occorrerà che un compagno strisci sotto di lui.

Al termine del tempo stabilito (2-3′) si contano i mandarini in possesso dei guardiani e quelli che sono stati sottratti. Vince la squadra che ne avrà di più.

VARIANTI

  • Una variante con le classi quarte e quinte può essere quella di ridurre il numero di guardiani ma vincolando i ladri ad attraversare il frutteto prendendosi per mano. Se la catena si rompe durante l’attraversamento entrambi risulteranno presi. Se riescono a raggiungere la zona opposta entrambi prendono una pallina e ritornano correndo slegati. Qualora il guardiano tocchi uno dei due, questi viene preso mentre il compagno si slega e continua a correre. Durante il proseguo del gioco egli potrà liberare solamente il proprio compagno e a questo punto legarsi nuovamente.

Oltre all’aspetto ludico, le finalità possono essere:

  • Schemi motori di base: correre, saltare.
  • Osservare la capacità degli allievi di riconoscere uno spazio sguarnito e in cui correre più agevolmente.
  • Osservare la strategia di ogni singolo ladro per risolvere il problema del gioco (superare i guardiani).
  • Osservare la capacità degli allievi di riconoscere quando liberare i compagni (se ci sono molti prigionieri i guardiani cominceranno a concentrarsi su pochi ladri e il rischio che il gioco termini precocemente aumenta).  

 

Foto: https://www.siciliaagrumi.it

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply