Un Mondo di Giochi: Gli scalatori

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Un Mondo di Giochi: Gli scalatori

L’obiettivo di questa rubrica vuole essere quello di proporre diversi giochi (attività ludiche, che dir si voglia) rivolti in particolare al mondo della scuola (sia essa dell’infanzia o media, primaria e secondaria) ma anche a tutte quelle discipline che sono alla ricerca di un momento ludico per rafforzare le relazioni socio-affettive.

Gioco rivolto alla scuola primaria e in particolare al primo triennio (fascia d’età 6-8 anni).

Vengono predisposte due o più squadre – disposte in fila – a seconda del numero di giocatori a disposizione. Indicativamente, non andare oltre ai 4-5 elementi per squadra. Consiglio di collocare un ostacolino davanti ad ogni squadra, a rappresentare una linea da non superare alla partenza.

Il gioco, ed è bene sottolinearlo fin da subito, prevede diverso materiale che in molte scuole non ho trovato e che ho ideato in un istituto davvero molto ricco dal punto di vista dell’attrezzatura.

I bambini giocano scalzi.

Osservazione: già questa prima soluzione piace moltissimo ai bambini, che partono subito con grande entusiasmo e curiosità.

Al centro del campo vengono posizionati alcuni materassoni disposti in orizzontale e verticale, creando una sorta di piccolo muro.

Al via dell’insegnante, il primo giocatore di ogni squadra corre sui materassoni per scavalcarli e superarli. Una volta sceso (il saltare verso il basso, seppur da un’altezza di 30-40 cm, non è un aspetto coordinativo da sotto valutare) recupera un oggetto qualsiasi dal campo (cinesini, coni, casacche, palloni, palline, ecc.) e si dirige verso il cono di destra o sinistra.

A seconda della direzione scelta, si effettuerà un percorso o un altro. A sinistra si effettua un camminamento su una trave – con l’assistenza dell’insegnante – mentre a destra dei saltelli mono-podalici su degli ostacolini.

Il giocatore ritorna alla propria squadra, da il cinque al compagno successivo che parte, e deposita l’oggetto raccolto all’interno del contenitore della propria squadra. Vince la squadra che raccoglie più materiale nel tempo stabilito.

VARIANTI

  • Nel caso vi fossero squadre numerose, la partenza del giocatore successivo avviene non appena il compagno precedente aggira il cono.
  • Si assegna un punteggio differente per il materiale raccolto.
  • I percorsi motori possono essere cambiati a seconda del materiale che abbiamo a disposizione.

 

Oltre all’aspetto ludico, le finalità possono essere:

  • Schemi motori di base e capacità coordinative: arrampicarsi, correre, equilibrio

 

 

 

Foto: https://m.tio.ch

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali Élite dell'AC Este

Leave A Reply