Allenamenti distanziati e individuali u15 – seduta allenamento N5

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Allenamenti distanziati e individuali u15 – seduta allenamento N5

Nell’articolo di oggi vediamo (quinto appuntamento) tre esercitazioni che ho portato sul campo in questo forzato periodo di “allenamenti individuali/distanziati”. Si tratta di tre attività, con componente ludica, che ho utilizzato con la categoria u15 e il cui focus è sul passaggio a parabola.

Nell’ultima parte dell’articolo troverete anche il video dove vengono presentate e osservate le esercitazioni svolte sul campo.

Primo Esercizio

Obiettivo: passaggio a parabola

Sotto-obiettivo: dominio aereo

Vengono formate diverse squadre, da un minimo di 3 ad un massimo di 4 giocatori. In figura vengono raffigurati tutti e tre i livelli del gioco ma il posizionamento iniziale è quello della squadra blu, coi giocatori che si posizionano in fila indiana e in possesso di un pallone ciascuno. Sull’estremità opposta, davanti ad ogni squadra, viene posizionata una porticina ad una distanza variabile. A circa metà tragitto viene tirato un nastro all’estremità più alta tra due paletti.

Il gioco si sviluppa sotto forma di competizione a livelli: in sostanza, al raggiungimento di un punteggio stabilito si passa al secondo livello e successivamente al terzo. Vince la squadra che raggiunge per prima il punteggio finale richiesto.

Livello uno: Il primo giocatore dovrà calciare a parabola – con la palla che transita sopra il nastro – per segnare nella porticina. La palla non potrà toccare terra prima di entrare nella porticina. Ogni gol realizzato dovrà essere scandito a voce alta, in modo da comunicarlo a tutte le altre squadre.

Al raggiungimento di un numero prestabilito di gol si passa al successivo livello che, naturalmente, ha una difficoltà maggiore.

Livello due: Si posiziona un giocatore, (b), dietro la porticina. Si ottiene 1 punto con passaggio a parabola, ricezione di petto e palla presa in mano prima che cada. Al raggiungimento di un numero prestabilito di gol si passa al terzo e ultimo livello.

Livello tre: Passaggio a parabola a (b) che, controllando e giocando a tocchi liberi, dovrà servire (c) che cerca il gol nella porticina.

Vince la squadra che raggiunge per prima l’obiettivo finale: X gol.

Secondo Esercizio

Obiettivo: passaggio a parabola

Sotto-obiettivo: ricezione su palla alta, terzo tempo a due piedi

Aumentare la distanza tra (a) e (b) rispetto all’esercizio precedente.

Il giocatore (a) effettua un terzo tempo a un piede sui due cerchi e nell’ostacolino per entrare nel quadrato.

Il giocatore (b) effettua un passaggio a parabola, con la palla che dovrà transitare sopra il nastro. Si ottiene 1 punto se (a) riesce a controllare e a fermare la palla senza uscire dal quadrato e con un massimo di due tocchi (la palla dovrà cadere all’interno del quadrato per poter ottenere 1 punto; se cade corta o laterale il punto non potrà essere ottenuto).

Vince la squadra che realizza il maggior numero di punti nel tempo stabilito.

Terzo Esercizio

Obiettivo: passaggio a parabola sulla corsa del compagno

Sotto-obiettivo: ricezione su palla alta 

Vengono delimitati due rettangoli sugli angoli del campo. Il giocatore (c) si posiziona a circa 10 metri dal rettangolo.

Il giocatore (a) scarica per (b) che, di prima o a due tocchi, effettua un passaggio a parabola sulla corsa di (c).

Quest’ultimo, entrando nel rettangolo, dovrà ricevere e calciare nella porticina con un massimo di 2 tocchi per ottenere 1 punto.

Se la palla rimbalza fuori dal rettangolo il punto non potrà essere realizzato; così come se (c) entra nel rettangolo prima che vi entri la palla.

Invertire la posizione delle due squadre a metà esercizio.

Vince la squadra che realizza il maggior numero di punti nel tempo stabilito.

Il video delle proposte svolte sul campo

 

Foto: https://www.triesteallnews.it

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply