Match Analysis: Utilizzo delle Corsie Laterali nel Liverpool di Jurgen Klopp, di Mattia Casella

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Match Analysis: Utilizzo delle Corsie Laterali nel Liverpool di Jurgen Klopp

“Non lavoro per guidare la squadra migliore al mondo, lavoro per poterla battere”.

Jurgen Klopp

 La parola a Mattia

Nel video ho deciso di analizzare come il Liverpool utilizzi le corsie laterali, dalla fase di costruzione passando dalla rifinitura laterale (zona compresa tra la linea linea dei centrocampisti e di difesa avversaria) fino all’attacco della porta in area di rigore.

Nella fase di costruzione lo sviluppo della manovra avviene con uno smarcamento fuori linea di una mezzala (Milner, Wijnaldum) in ampiezza relativa, che si abbassa sulla linea dei due difensori centrali, e un posizionamento sulla linea laterale del terzino di parte che fornisce massima ampiezza all’azione. Questa situazione permette ai due terzini (Alexander Anrnold, Robertson) di ricevere palla in una posizione di campo molto più alta e a chi è in possesso garantisce linee di passaggio ad altezze differenti nella catena laterale. La posizione degli attaccanti esterni (Salah o Mane) è nella zona di rifinitura, situata tra le linee avversarie.

Il concetto che emerge è l’interscambio posizionale tra terzino e mezzala oppure tra mezzala e attaccante esterno: ogni giocatore occupa zone specifiche di campo, ma non avviene in maniera statica e fissa, perché avvengono scambi flessibili secondo un efficiente occupazione dello spazio.

I nostri giocatori hanno quattro punti di riferimento: la palla, lo spazio, l’avversario e i propri compagni. Ogni movimento deve avvenire in relazione a questi punti di riferimento.

Arrigo Sacchi

Il Liverpool arriva in rifinitura laterale anche sul lato debole dell’avversario dove avviene un attacco alla linea difensiva con cross o traversoni. I due terzini forniscono un apporto notevole in chiave offensiva con sovrapposizioni continue, coperti dalle mezzali di parte pronte a difendere in caso di ripartenza avversaria.

La squadra ha un approccio decisamente diretto: pochi passaggi orizzontali, ricerca immediata della profondità e un attacco linea molto diretto appunto, che non richiede un eccessivo possesso di palla.

“C’è chi dirige la squadra come un’orchestra. Fanno possesso palla, i passaggi giusti, ma è come una canzone silenziosa. A me piace vedere il pallone di qua, di là, le parate dei portieri, pali, traverse, noi che voliamo dall’altra parte”.

Jurgen Klopp

La conclusione dell’azione avviene con un attacco della porta su cross o traversone da parte di tre giocatori, generalmente i tre attaccanti, che occupano l’area costringendo le squadre avversarie ad una scelta: come difendere su palla laterale; possono infatti ricreare una situazione di 3 contro 3 con i difensori che potrebbe risultare molto pericolosa.

La parola a Diego

Si tratta di una Partita a Tema che vuole sollecitare lo sfruttamento delle corsie laterali, con relativa rifinitura dalle zone esterne del campo, mediante cross per l’appunto.

Giocatori coinvolti: tutti inclusi. L’esercitazione può infatti essere adattata in base alle proprie esigenze. Indicativamente, non scenderei sotto i 14 elementi coinvolti.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono da numerosi fattori, quali il numero di giocatori coinvolti, la categoria, il giorno della settimana in cui utilizziamo la proposta, ecc.

Formiamo due squadre e schieriamo due portieri a difesa di due porte regolamentari.

Due squadre si sfidano in un campo di forma tubolare (lungo e stretto) con due corridoi laterali (di circa 10-15m ciascuno) in cui giocano inizialmente 2 Jolly; mentre un terzo Jolly gioca nel mezzo. I Jolly coadiuvano l’azione della squadra in possesso. Il terzo Jolly non è tuttavia fondamentale.

All’interno si gioca una partita libera con l’obiettivo del gol.

Nei corridoi laterali può entrare a difendere un solo giocatore per volta mentre in Fase di Possesso è possibile portarne un secondo (oltre al Jolly). L’obiettivo è quello di favorire la creazione di situazioni di superiorità numerica nelle corsie esterne.

Il gol da rifinitura laterale (cross) vale doppio.

Sarà la struttura del campo di gioco a favorire l’utilizzo dell’ampiezza e di conseguenza la provocazione del Principio di Gioco insito nella proposta.

Credit Immagine: https://besthqwallpapers.com

Share.

About Author

Mattia Casella

Mattia Casella, nato a Milano nel 1995. Ha collaborato con le categorie Esordienti, Giovanissimi e Allievi Regionali. Ha allenato le categorie Pulcini A e Under 16 nel settore giovanile del Bresso. Match Analyst Sics e VideObserver. Attualmente è istruttore Under 12 (Esordienti) e collaboratore dell'Under 17 regionale dell'Enotria di Milano.

Leave A Reply