Possesso Posizionale (a livello Collettivo): Costruzione, Gestione, Progredire Giocando Corto + EVOLUZIONE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Possesso Posizionale (a livello Collettivo): Costruzione, Gestione, Progredire Giocando Corto

Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione che ho sviluppato con un gruppo di Giovanissimi nella seduta di Venerdì 12 Gennaio. Per la prima volta da inizio stagione, ho utilizzato un Possesso Palla a livello collettivo, utilizzando cioè tutti i giocatori che avevo a disposizione e coinvolgendo tutti i reparti simultaneamente.

Solitamente, nelle restanti sedute, avevamo lavorato in forma “ridotta”, coinvolgendo al massimo 6 giocatori per squadra più eventuali Jolly. L’obiettivo era quello di verificare se, a livello collettivo, utilizzando di conseguenza spazi maggiori, si realizzavano alcuni Principi di gioco che in forma “micro” emergevano ormai piuttosto facilmente.

I Principi di Gioco interessati sono:

  1. in fase di costruzione creare superiorità numerica per agevolare l’uscita del pallone
  2. in fase di gestione, muovere palla in orizzontale, con calma e pazienza, prima di ricercare la profondità
  3. ricerca della profondità

Lo spazio di gioco viene diviso come da figura, con una zona difensiva, una di centrocampo, divisa a sua volta in due corridoi laterali e una centrale, e una zona d’attacco.

In questa seduta sono stati coinvolti 22 giocatori. A seconda delle proprie esigenze e della propria situazione, la proposta può essere adattata ai propri numeri, togliendo un attaccante o un difensore per squadra ad esempio.

Situazione di 9c9+2Jolly+2Portieri (che fungono anch’essi da Jolly)

Giocatori inizialmente zonati.

In Fase di Costruzione creare superiorità numerica facendo abbassare uno o due elementi. Si può abbassare:

  1. un centrocampista della mia squadra
  2. il Jolly interno
  3. il Jolly esterno

Dove mi abbasso? Dove c’è spazio”. A seconda della disposizione dei miei difensori si creeranno spazi al centro o in ampiezza. Compensare gli spazi a loro volta creati nella zona centrale del campo. Se si abbassa il Jolly esterno, si creerà un vuoto sull’esterno. Questo spazio andrà compensato in qualche modo. O salgo con un difensore, o mi apro con un centrocampista. L’importante è che l’ampiezza sia sempre garantita in entrambi i corridoi.

Uscire utilizzando la zona centrale del campo. Quindi, il primo passaggio fuori dalla zona dovrà essere giocato nella zona centrale e non nei corridoi laterali. “Finché la palla resta al centro possiamo controllare meglio il gioco“. Mossa palla al centro…

Fase di Gestione: muovere palla su tutte e tre le zone, con calma e pazienza. Formare sempre un rombo con palla laterale e ricerca della superiorità posizionale nella zona centrale del campo. Ovvero, scaglionarsi a diverse profondità e ampiezze, giocando tra le linee avversarie. A questo punto possibilità di muovere palla in attacco.

Ricercare la profondità: muovere palla in attacco, dove vi è una situazione di 3c3+P che funge da Appoggio esterno, e giocare al Portiere opposto per poi uscire velocemente dalla zona. Tornare il più velocemente possibile, muovendo palla sempre rasoterra, dal proprio portiere per ottenere 1 punto. “Se risalendo il campo lo facciamo in modo più ragionato, nella direzione opposta cerchiamo una manovra più veloce e diretta“. Questa regola ci permette di allenare la squadra ad utilizzare entrambe le soluzioni.

Osservazioni

  1. tocchi liberi (variante 2);
  2. posso interscambiarmi con tutti purché resti invariata la struttura posizionale di partenza

 

EVOLUZIONE

Nel corso della settimana successiva ho proposto la medesima situazione ma con alcuni aggiustamenti in zona d’attacco:

Ricercare la profondità: 

  1. movimenti contrari in attacco al fine di ricevere palla;
  2. giocare al portiere opposto, ricevere il passaggio di ritorno per segnare in una delle due porticine
  3. se recupero palla in attacco posso cercare il gol dopo aver scambiato palla col portiere, oppure..
  4. consolidare il nuovo possesso, a prescindere dalla zona di campo in cui recupero palla, andando velocemente dal mio portiere (questa variante esclude quella precedente)

Credit Immagine: http://as01.epimg.net/futbol/imagenes/2017/05/21/primera/1495356817_801027_1495356953_noticia_normal.jpg

 

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply