Partita Finale con struttura emotivo-volitiva e socio-affettiva

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Si tratta di una Partita che ho più volte utilizzato nel corso di questa stagione e che, nella sua semplicità, raggiunge pienamente gli obiettivi prefissati.

Oltre alle più conosciute struttura tecnica, tattica e fisica, ne esiste un'altra, ossia quella mentale. All'interno di questa troviamo le sotto-strutture emotivo-volitiva e socio-affettiva. Anche se ne ho già accennato in precedenti articoli, vediamo in sintesi di che cosa si tratta.

Quando parliamo di struttura emotivo-volitiva, in sostanza facciamo riferimento allo spirito agonistico, il grande desiderio di primeggiare e di superare se stesso, aspetto questo che risulta determinante nella ricerca del successo.

Per quanto concerne invece la dimensione socio-affettiva, “Il giocatore deve collaborare e cooperare sia tatticamente che emotivamente con i propri compagni. Questo significa essere una squadra: avere un obiettivo comune e sapere che solo uniti lo si può raggiungere” (dal libro “L’attacco Posizionale nei modelli di gioco moderni attraverso il calcio in espansione“, scritto da Pasquale Casà).

Questo articolo è disponibile solo per gli Abbonati:

  • Se sei già abbonato Accedi per visualizzare l'articolo.
  • Altrimenti visita questa pagina e scopri i nostri Abbonamenti!

 

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.