“L’Angolo del Preparatore”: Esercitazione Integrata per migliorare la Resistenza Aerobica, di Mattia Tessarin

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“L’Angolo del Preparatore”: Esercitazione Integrata per migliorare la Resistenza Aerobica

Buongiorno a tutti.

Nell’articolo di oggi voglio proporvi un’esercitazione da poter inserire nel nostro programma settimanale. È una proposta che può essere utilizzata con tutte le categorie agonistiche e può essere dapprima utilizzata per il miglioramento delle competenze tecnico-tattiche e, successivamente, può essere utilizzata anche con lo scopo di migliorare la capacità aerobica, ottenendo in questo modo un’esercitazione completa.

Secondo la mia esperienza, riuscire ad integrare le esercitazioni con scopo di mantenere la condizione fisica, con obiettivi tecnici e tattici, condizionati dall’allenatore, rende l’allenamento molto sport-specifico e ben accettato da tutti gli atleti.

Dimensioni dello spazio di gioco: può essere 50×40 metri suddiviso in due zone di 20×40 metri e una zona neutra di 10×40 metri.

Tempo di lavoro: consiglio di lavorare con 2 serie da 4 ripetizioni da circa 3’ minuti. Un recupero tra le ripetizioni in forma attiva di 2’ minuti. Macro pausa di 4’ minuti.

Giocatori coinvolti: 16 (14+2 Portieri).

Si svolge un 3 contro 3 nei due settori, con 2 jolly che si posizionano nella zona neutra e che agiscono con chi si trova in fase di possesso, dando appoggi validi per la costruzione.

L’obiettivo dei 3 giocatori Rossi, che ricevono palla dal proprio portiere, è quello di riuscire a giocare ad uno 2 jolly posizionati nella zona neutra per poter attaccare la porta avversaria. Di contro, i 3 attaccanti Bianchi dovranno in tutti i modi recuperare palla e cercare di concludere a rete.

Nel caso in cui una delle due squadre riesca a concludere a rete, la palla parte sempre dal portiere della squadra che ha segnato il gol.

Si gioca a due tocchi nel settore difensivo per velocizzare l’uscita dal basso, invece nella zona offensiva si può giocare a 3 tocchi dando così la possibilità di essere più liberi nel concludere a rete.

VARIANTI

  • Limitazioni di tocchi;
  • I jolly giocano ad un tocco;
  • I due jolly possono entrare nel rettangolo di gioco offensivo creando un 5 contro 3;

Osservazioni: Perché un’esercitazione di questo tipo può anche migliorare la resistenza aerobica?Come possiamo allenare il sistema aerobico con un’esercitazione di questo tipo’

Sappiamo tutti che riuscire ad integrare un lavoro tecnico-tattico con la parte fisica rende l’esercitazione più sport specifica possibile, dove si andranno a riprodurre movimenti, corse, scambi con palla uguali o simili a quanto accade in partita.

Il preparatore è determinante in questa fase nell’aiutare il mister a modulare tempi e recuperi, dimensioni dei campi, numero dei giocatori coinvolti per far sì che l’esercitazione possa essere utilizzata per un miglioramento aerobico o anaerobico in base alla seduta di allenamento.

Si partirà sempre nella teoria e metodologia di allenamento per poi rendere le nostre sedute sempre più dettagliate.

 

Credit Immagine: https://www.si.com

Share.

About Author

Mattia Tessarin

Tessarin Mattia, nato a Rovigo 24/10/1989. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell’attività Motoria Preventiva e Adattata. Master in Teoria e Tecniche della Preparazione Atletica nel Calcio presso l’Università di Pisa. Preparatore atletico Professionista. Allenatore di Base UEFA B.

Leave A Reply