“L’Angolo del Preparatore”: Se la Stagione dovesse Riprendere, di Mattia Tessarin

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“L’Angolo del Preparatore”: Se la Stagione dovesse Riprendere

Nel caso i campionati dovessero ripartire dopo un così lungo stop, la squadra, o meglio ogni singolo giocatore, che sarà riuscita – grazie all’aiuto dello staff – a far qualcosa in questo periodo si ritroverà al primo allenamento con una condizione migliore rispetto ad altri. Starà sempre alla motivazione e alla forza di volontà del singolo giocatore mantenersi in condizione e pronto per un’eventuale ripresa.

Va in ogni caso sottolineato che per riprendere ed affrontare il finale di campionato, ogni singola categoria deve avere a disposizione almeno qualche settimana di allenamenti. Prima infatti di affrontare una gara ufficiale sarebbe estremamente necessario riuscire ad allenarsi in modo costante per almeno tre settimane (2+1), una sorta di piccola preparazione. Questo sarebbe il minimo per riuscire a creare quei piccoli adattamenti senza correre il rischio di perdere subito qualche giocatore a causa di infortuni.

Di seguito vi riporto quella che potrebbe essere l’idea di ripresa nella prima settimana di lavoro.

  • Giorno 1

Un lavoro generale di capacità aerobica con 3 blocchi da 6’ o 8’ minuti di lavoro intervallato con fasi di corsa veloce alternati a fasi di corsa blanda, con macro pause di circa 3-5 minuti

  • Giorno 2

Si andrà ad inserire un lavoro di forza generale con esercizi che andranno a stimolare tutto il corpo. Bastano 5-6 esercizi, 6-8-12 ripetizioni per ogni singolo esercizio. Cerchiamo di lasciare 20-30 secondi dopo ogni esercizio e circa 3-4’ minuti dopo la prima serie.

Es.  2 rounds. Recupero esercizio 20” / Macro recupero 3’ minuti.

  • Affondi in avanzamento 12 reps
  • Piegamenti sulle braccia 10 reps
  • Air squat 12 reps
  • corsa in allungo sui 30 metri

Consiglio di creare almeno 2-3 circuiti di questo tipo cambiando ovviamente stimoli.

  • Giorno 3

Questo giorno lo possiamo dedicare all’inserimento della forza sport specifica inserendo lavori su balzi pliometrici (basso impatto, poco volume) e su cambi di direzione.

  • Giorno 4

Inseriamo un secondo lavoro aerobico su qualche media distanza. Lavori che possono essere svolti in modo continuo con fasi di corsa veloce alternati a fasi corsa blanda di recupero.

Consiglio un volume generale che va da un minimo di 2800 metri ad un massimo di 3600 metri. Questo può essere valutando conoscendo già il lavoro svolto a casa dai propri ragazzi.

  • Giorno 5

Dedichiamo questo quinto giorno allo sviluppo di velocità con almeno 5-6 stazioni, utilizzando paletti, coni, speed ladder, cerchi ecc. Cerchiamo di mantenere recuperi importanti.

  • Giorno 6

Partita amichevole dove tutti i giocatori svolgono 45 minuti di gioco a testa.

  • Giorno 7

L’ultimo giorno della settimana lo dedichiamo al recupero generale. Consiglio però di consegnare ai propri giocatori una semplice sequenza di 5-6 esercizi dedicati alla mobilità da svolgere a casa sempre a corpo libero.

 

 

Foto: http://www.sport.net

 

Share.

About Author

Mattia Tessarin

Tessarin Mattia, nato a Rovigo 24/10/1989. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell’attività Motoria Preventiva e Adattata. Master in Teoria e Tecniche della Preparazione Atletica nel Calcio presso l’Università di Pisa. Preparatore atletico Professionista. Allenatore di Base UEFA B.

Leave A Reply