Obiettivi della Programmazione: Categoria Esordienti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Obiettivi della Programmazione: Categoria Esordienti

Gli obiettivi che troverete di seguito mi erano stati consegnati da un responsabile dell’area tecnica e riguardavano gli obiettivi per gli Esordienti professionisti (non la società che vedete in foto).
Parliamo quindi di ragazzi selezionati..questa premessa la ritengo doverosa, in quanto le realtà provinciali sono lontane da poter raggiungere tali obiettivi già in questa categoria e quindi questa programmazione va adattata al proprio contesto di lavoro

Obiettivi Educativi

Area Affettivo-Sociale

  • sicurezza di sè e delle proprie capacità
  • rispetto e cooperazione con i coetanei
  • sviluppo della competizione

Area cognitiva

  • elaborare progetti collaborativi che tengano conto degli avversari

Area motoria

  • capacità coordinative: combinazione, differenziazione, equilibrio, adattamento e trasformazione, organizzazione spazio-temporale e fantasia
  • capacità condizionali: rapidità, mobilità articolare e forza veloce

Obiettivi Didattici

 Regole fondamentali del gioco

  • Fuorigioco

Principi fondamentali in attacco

  • possesso palla
  • profondità
  • ampiezza
  • concludere

Principi fondamentali in difesa

  • frenare l’azione avversaria
  • scaglionamento
  • concentrarsi

Tecnica

  • sviluppo della capacità di dominare la palla
  • sviluppo del bagaglio tecnico e delle capacità di utilizzarlo nel gioco

 

Saper fare individuale

In generale

  • Valutare le traiettorie
  • Tenere la posizione in campo
  • Combinazione degli schemi motori
  • Giocare in più posizioni

In Attacco

  • Passare e rendersi nuovamente utili
  • Calciare di collo con entrambi i piedi
  • Mettere la palla a terra
  • Colpire la palla di controbalzo
  • Eseguire le rimesse laterali con precisione
  • Effettuare i controlli di coscia e di petto
  • Eseguire lanci con il piede forte
  • Colpire di testa in elevazione sul posto
  • Abbinare i vari gesti tecnici (controllo – tiro)
  • Cambiare direzione con finta
  • Tirare in porta con palla in movimento
  • Essere precisi nei passaggi di interno piede
  • Colpire la palla al volo su parabole corte
  • Rendersi utili quando la squadra entra in possesso palla
  • Saper proteggere la palla

 

Saper fare in collaborazione

In generale

  • Servirsi dei messaggi di comunicazione
  • Creare la superiorità numerica nei pressi della palla

In Attacco

  • Effettuare l’uno-due (passaggio a muro)
  • Dare sostegno al portatore di palla
  • Dettare il passaggio
  • Privilegiare i passaggi in profondità
  • Effettuare la sovrapposizione
  • Utilizzare positivamente la superiorità numerica 2>1

In difesa

  • Attuare i principi di difesa collaborativa: anticipo e copertura

NOTE:

Concludo ricordando ancora una volta che questi sono gli obiettivi di una società professionista, non è una mia programmazione. Non mi prendo quindi nessun merito e non adatterei questa proposta a tutte le realtà. Ci tenevo però a condividerla con voi visto che spesso mi chiedono quali sono gli obiettivi della categoria in questione.

Puoi rimanere aggiornato sui nuovi contributi di Ideacalcio seguendomi alla pagina Facebook Ideacalcio, che puoi trovare a questo link

Credit Immagine: mrg.bz

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

4 commenti

  1. Avatar
    Francesco Bertagna on

    Aggiungerei.. Lo sviluppo dell’ 1 vs 1 nelle varie zone del campo, fino ad arrivare almeno al 2 vs 2 ponendo l’attanzione ad alcuni principi di tattica individuale sia in fase di possesso che di non possesso..

    • Avatar
      DiegoFranzoso on

      son d’accordo Francesco però per esempio 1v1 e 2v2 sono 2 obiettivi che io ho sviluppato moltissimo nell’ultimo anno Pulcini.
      Forse non li han messi perchè li considerano già assimilati

      • Avatar
        Francesco Bertagna on

        Si, sicuramente anche nei pulcini… Fosse per me 1 vs 1 e 2 vs 2 almeno fino ai giovanissimi rimangono obiettivi importanti.. Perché poi, non è che una volta fatti nei pulcini o negli esordienti si esauriscono.. Anzi, facendoli da più grande, si fanno in modo diverso, ponendo l’attenzione su altri aspetti..

        • Avatar
          DiegoFranzoso on

          basti pensare che anche nelle prime squadre, anche professionistiche, molti allenatori partono dall’1v1 nelle loro progressioni per allenare la fase difensiva

Leave A Reply