Allenare il Contrattacco e le Transizioni: 3 contro 3, 4 contro 3 e 5 contro 3

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Allenare il Contrattacco e le Transizioni: 3 contro 3, 4 contro 3 e 5 contro 3

Nell’articolo di oggi ripropongo aggiornata un’esercitazione pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nell’Aprile 2016.

La proposta, condita da diverse varianti, può essere indirizzata bene o male a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai Giovanissimi agli Adulti, adattando regole, numero di giocatori impiegati e spazi di gioco.

Gli obiettivi dell’esercitazione possono essere diversi ma i principali sono:

  • portare un attacco alla porta avversaria molto velocemente;
  • risolvere velocemente una situazione di parità numerica;
  • risolvere velocemente una situazione di leggera superiorità numerica;
  • spezzare in modo netto il ritmo del gioco, passando da una fase di gestione del possesso allo sviluppo offensivo;

Predisponiamo un rettangolo di gioco diviso in due metà campo. Sulle due linee di fondo collochiamo una porta difesa dal portiere. Le dimensioni dello spazio di gioco dipendono dalla categoria, dalle condizioni del terreno di gioco e dal giorno della settimana in cui inseriamo la proposta.

Giocatori necessari: 8, 6 più 2 Portieri.

Formiamo due squadre da 3 giocatori, ai quali viene fornita un’unica indicazione: i giocatori della stessa squadra non potranno stazionare tutti nella stessa metà campo (mai in 3 nella stessa metà campo).

Nella prima fase della proposta le due squadre muovono palla a 2 tocchi obbligatori e sul cambio colore, senza nessuna opposizione.

Contrattacco 3c3 o 4c3

VARIANTI

  • schierare due squadre da 4 giocatori (più Portiere);
  • possibilità di trasmissione anche ai portieri;

 

  • STEP UNO

Al fischio dell’allenatore, la squadra in possesso attacca la porta avversaria con l’obbligo di concludere l’azione entro 8-10 secondi.

  • STEP DUE

Sull’esterno posizioniamo due giocatori, entrambi in possesso di palla e assegnati ognuno ad una delle due squadre (esempio Giallo coi Blu, Verde coi Rossi).
Al fischio dell’allenatore, la squadra in possesso lascia il pallone sul posto e viene coadiuvata dal giocatore esterno che entra in conduzione. Si gioca 4 contro 3 con l’obiettivo di concludere l’azione entro 8-10 secondi.

  • STEP TRE

Al fischio dell’allenatore la squadra in possesso lascia il pallone sul posto e difende contro cinque avversari, i tre all’interno più i due elementi inizialmente sull’esterno.
Uno dei due esterni entra in conduzione. Sarà il mister ad indicare il colore che entra con la palla.
Concludere l’azione entro 8-10 secondi. Si gioca 5 contro 3.

  • STEP QUATTRO

Al fischio dell’allenatore, le due squadre lasciano il pallone in gioco e la squadra che era in possesso riceve un nuovo pallone dall’allenatore per sviluppare e concludere rapidamente la situazione di 3 contro 3.

  • STEP CINQUE

Come precedente e in più si unisce all’azione il giocatore sull’esterno corrispondente alla squadra che riceve il passaggio (4 contro 3). Un’ulteriore variante è quella che si uniscano entrambi per il 5 contro 3.

Credit Immagine: https://www.ilmionapoli.it/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply