Rondo: Giocare Fuori per Giocare Dentro +VIDEO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Rondo: Giocare Fuori per Giocare Dentro +VIDEO

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornato un articolo pubblicato per la prima volta su Ideacalcio nel gennaio 2014. Si tratta di un’esercitazione che avevo portato sul campo con una squadra di Giovanissimi e rivolta a mio avviso a tutte le categorie dell’attività agonistica, oltre a quella Esordienti.

Vedremo un Rondo, in situazione di 6 contro 2, che vuole far emergere i seguenti comportamenti:

  • l’alternanza del gioco fuori-dentro (e viceversa)
  • ricerca delle linee di passaggio – e di conseguenza l’occupazione più efficace dello spazio – al fine di favorire un’effettiva superiorità numerica 
  • separarsi all’interno quando la palla si muove fuori

Predisponiamo un cerchio di 15 metri di diametro. Le dimensioni dipendono tuttavia dall’età e dalle capacità dei giocatori a disposizione. Sul perimetro del cerchio posizioniamo quattro porticine formate con dei coni, di 2 metri ciascuna, e quattro porticine per il gol nel caso lavorassimo anche sulle transizioni (nel video non sono state posizionate le porticine per il gol).

All’interno del cerchio iniziamo l’esercitazione con una situazione di 3 contro 2, mentre sull’esterno avremo altri 3 attaccanti.

Possesso Palla Occupazione dello spazio

L’obiettivo è il mantenimento del possesso, da parte degli attaccanti, potendo passare la palla ai compagni fuori solamente trasmettendola attraverso una delle quattro porticine. Gli attaccanti esterni invece, nel rigiocare dentro, potranno trasmetterla liberamente (il passaggio non deve attraversare la porticina). Passaggio proibito tra gli attaccanti esterni.

Osservazione: gli attaccanti all’esterno sono in inferiorità numerica rispetto alle porticine e si dovranno quindi spostare ricercando la linea di passaggio più sicura e utile per aiutare i compagni all’interno. 

Se i difensori recuperano palla dovranno segnare in una delle quattro porticine (nel video i 2 difensori cambiano nel caso riescano ad effettuare un passaggio tra loro) sul perimetro per scambiarsi poi di ruolo con gli ultimi due attaccanti che hanno toccato la palla prima del gol. Gli attaccanti verranno quindi sollecitati sulla ri-aggressione immediata per evitare la segnatura della rete.

VARIANTI

  • L’attaccante esterno, ricevuta palla, la rigioca dentro ed entra, mentre chi gli ha passato la palla esce al suo posto (interscambio di posizione).
  • I difensori, invece di ricercare il gol, dovranno condurre palla all’esterno del cerchio, ostacolati dai soli attaccanti interni
  • I difensori, recuperata palla, potranno segnare in una delle porticine o condurre palla all’esterno, ostacolati dai 6 attaccanti. Questo comporta per gli attaccanti una notevole attenzione alla fase di  transizione negativa
  • Possiamo aumentare il numero di attaccanti e di difensori all’interno, coinvolgendo così più giocatori (4c3, 5c4, ecc..)
  • L’attaccante all’esterno, ricevuta palla, non la gioca all’interno ma entra col primo controllo

Osservazione: l’unico svantaggio che ho trovato nella proposta è nel tempo di preparazione del campo di gioco, soprattutto nel caso si debbano dividere i giocatori su due spazi.

 

Video realizzato nella stagione 2013-2014 alla guida dei Giovanissimi Sperimentali (annata 2000) dell’Ac Este.

 

Credit Immagine: http://www.que.es

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply