Attività di Base: Occupazione efficace dello spazio e gestione del Possesso

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Attività di Base: Occupazione efficace dello spazio e gestione del Possesso

Nell’articolo di oggi vediamo l’aggiornamento di una proposta pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nel 2012 e che avevo portato sul campo con  una squadra di pulcini all’ultimo anno. A mio avviso è rivolta alle categorie Pulcini ed Esordienti ma magari può essere utilizzata anche con quella Giovanissimi. A seconda della categoria possiamo naturalmente avere richieste differenti da parte del tecnico, con un carico cognitivo che dovrà essere modulato a seconda delle capacità dei propri giocatori.

Una soluzione potrebbe essere quella di  aumentare gradualmente il numero di oppositori. Io ho utilizzato una situazione di P+4 contro 2 ma con gruppi particolarmente “abili” possiamo lavorare anche in situazioni di P+4 contro 3 o anche 4 avversari.

Gli obiettivi della proposta sono:

  • occupare efficacemente lo spazio di gioco, garantendo ampiezza e il controllo della zona centrale del campo
  • supportare l’azione del compagno
  • gestione del possesso all’interno della metà campo difensiva, gestendo il pressing avversario
  • riconoscere a quanti tocchi giocare

 

Le dimensioni del campo di gioco e dei quadrati che vedremo in seguito sono di dimensioni variabili, a seconda del livello tecnico-tattico degli allievi con cui lavoriamo.

Si formano due squadre; quella Blu composta da 4 giocatori più il Portiere mentre l’altra da 2 avversari Gialli. La squadra a difesa della porta, Blu, ha l’obiettivo di mantenere il possesso allo scopo di servire un compagno all’interno di uno dei tre quadrati, posizionati uno al centro del campo e due in ampiezza e profondi. 

Scuola Calcio Lavoro sullo smarcamento e sugli inserimenti

La squadra Blu ottiene 1 punto ogni volta che un compagno, ricevuta palla all’interno di un quadrato, la rigioca fuori per un altro compagno.

Non basterà quindi ricevere palla nel quadrato per ottenere un punto e non si potrà stazionare per più di 3″ all’interno dello stesso. Questo per creare mobilità all’interno dello spazio di gioco.

Si assegnano invece 2 punti nel caso si riesca a trovare la giocata sull’interscambio: compagno nel quadrato – giocata nel quadrato – compagno che esce e altro compagno che s’inserisce per ricevere il passaggio.

Scuola Calcio Lavoro sullo smarcamento e sugli inserimenti(2)

Se i due avversari riescono a recuperare palla dovranno segnare nella porta difesa dal portiere.
Qui si inserisce un concetto importante. La squadra che ha perso palla non arretra a difendere ma essendo in situazione di superiorità numerica, “fa un passo in avanti” per ri-aggredire.

Cambiamo i difendenti a tempo o in caso di gol di uno di questi.

Osservazioni

La disposizione dei quadrati stimola l’occupazione in ampiezza e in profondità, oltre al controllo della zona centrale del campo.

Fondamentale risulterà l’immediato supporto-aiuto che i compagni forniranno al giocatore che ha ricevuto palla nel quadrato.

 

Credit Immagine: https://www.youtube.com/watch?v=XujbJf4Xa0U

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply