Staffetta tecnico-condizionale per Scuola Calcio: guida della palla con cambi di direzione e velocità

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Staffetta tecnico-condizionale per Scuola Calcio: guida della palla con cambi di direzione e velocità

Nell’articolo di oggi vediamo un esercizio inserito nella fase iniziale della seduta d’allenamento con la categoria Pulcini (u11), durante il periodo forzato di allenamenti individuali-distanziati a causa della pandemia da COVID-19. L’idea può essere rivolta a mio avviso a tutte le categorie – dai Piccoli Amici agli Esordienti – dell’attività di base, modulando e adattando magari qualche richiesta.

Si tratta di un esercizio proposto sotto forma di staffetta a squadre – modalità che in generale agli allievi piace sempre molto (senso di sfida) – e contenente elementi tecnici e fisici. Per quanto riguarda i primi ritroviamo la guida della palla con cambi di direzione e velocità, mentre tra i secondi la rapidità.

I giocatori si dividono su più squadre; minimo 3 giocatori ciascuna e indicativamente massimo 4. Ognuna di queste si trova davanti al rispettivo percorso. A circa 5 metri è posizionato un cerchio con un pallone all’interno. Un metro più avanti troviamo tre coni distanti un metro l’uno dall’altro (possibilità di sostituire i coni con cinesini o paletti). Il perso è a specchio.

Al via dell’allenatore il primo giocatore di ogni squadra parte in sprint senza palla, recupera la palla con le mani dal cerchio, effettua lo slalom tra i coni e deposita la palla nel cerchio opposto. A questo punto da il cinque al compagno della fila opposta che parte.

Vince la squadra che termina per prima l’esercizio. Possibilità di prolungare la staffetta, come ad esempio: vince la squadra che conclude per prima 4 giri ciascuno.

Dopo alcuni minuti è possibile inserire l’obiettivo tecnico della guida della palla, recuperandola coi piedi dal cerchio, effettuando lo slalom e fermandola nel cerchio opposto.

Considerazioni finali

E’ possibile alternare, di ripetizione in ripetizione, una manche eseguita con le mani ad una coi piedi.

Seppur il coinvolgimento sia presente, consiglio di non andare oltre i 12-15′; le staffette, in generale, hanno il limite che alla lunga annoiano.

Possibilità di eseguire la staffetta direttamente coi piedi, senza l’uso delle mani.

Per quanto riguarda l’obiettivo tecnico, le difficoltà fanno riferimento al:

  • recuperare la palla coi piedi senza che col primo tocco (arrivando in corsa) la palla si allontani troppo
  • guida della palla con cambi di direzione stretti
  • guida della palla accelerando
  • fermare la palla in un punto preciso

 

Foto di Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali Élite dell'AC Este

Leave A Reply