Partita a Tema: Attaccare l’ultima Linea avversaria

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Partita a Tema: Attaccare l’ultima Linea avversaria

Nell’articolo di oggi vediamo aggiornata una proposta pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nel settembre 2012 e rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai Giovanissimi agli Adulti.

Si tratta di una Partita a Tema ideata per allenare l’attacco all’ultima linea avversaria mediante inserimenti e combinazioni rapide.

Le dimensioni del campo di gioco variano a seconda del numero di giocatori a disposizione delle condizioni del campo di gioco, della categoria e del giorno della settimana in cui utilizziamo la proposta. Per un 6 contro 6 consiglio di svolgere l’esercitazione su metà campo, con due zone esterne di circa 15 metri e con una zona centrale più ampia che profonda. Questo (poca profondità in zona centrale) ci permette di ricercare con maggior frequenza la verticalizzazione (che è ciò che ci interessa allenare principalmente). Sulle due linee di fondo campo è possibile collocare due porte regolamentari difese dai portieri (come da figura) oppure tre porticine qualora non si avessero a disposizione i numeri uno.

Vengono infine posizionate alcune sagome in prossimità delle due ” zone di meta”, a fungere da ulteriore linea difensiva (che rappresenta la linea del fuorigioco) ed ostacolare alcune linee di passaggio.

Schierare due squadre in posizione. Il numero è irrilevante. La proposta può essere sviluppata con qualsiasi numero. Consiglio di inserire anche uno o due Jolly (in posizione interna o laterale) per agevolare l’obiettivo della fase di possesso.

admin-ajax.php

Nella zona centrale si disputa una partita con l’obiettivo di mantenere il possesso palla; coadiuvati anche dal proprio portiere che avanza fino al limite della zona.

L’obiettivo è quello di creare le condizioni per una palla aperta e successiva verticalizzazione per un compagno che, coi tempistiche e modalità corrette, attacca la profondità per ricevere e concludere all’interno della zona di tiro avversaria.

REGOLE

  • C’è la regola del fuorigioco (oltre le sagome)
  • Non si può attaccare la profondità con una corsa in verticale; utilizzare i tagli visti nell’articolo precedente: taglio convergente, taglio alle spalle del difensore, corsa in orizzontale e attacco della profondità..
  • La difesa può entrare a difendere la zona di tiro solamente nel momento in cui vi entra la palla
  • Potranno inserirsi anche più giocatori
  • Vincolare o meno il numero di tocchi per concludere

VARIANTI

  • la difesa non può entrare a difendere la propria zona di tiro
  • gol convalidato solamente se si inseriscono almeno 2 giocatori
  • nella zona centrale si gioca con un massimo di 3 tocchi
  • nella zona centrale si gioca con alternanza 1:2 tocchi

 

 

Credit Immagine: http://www.china.org.cn

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply