Partita a Tema: Costruzione, Gestione, Preparazione e Affondo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Partita a Tema: Costruzione, Gestione, Preparazione e Affondo

Nell’articolo di oggi rivediamo aggiornata un’esercitazione pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nel Marzo 2015. Si tratta di una Partita a Tema che personalmente avevo utilizzato con un gruppo di Giovanissimi (nella seduta centrale della settimana) e rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica.

L’esercitazione l’ho inserita nella fase applicativa della seduta ed era stata ideata in seguito ad alcuni errori rilevati nella gestione della sfera nel corso della partita precedente.

Il numero di giocatori coinvolti è di 16, coinvolgendo tutti gli elementi che sapevo di avere a disposizione.  Tuttavia è possibile adattarla anche a numeri maggiori, a seconda delle proprie esigenze. Con 18 giocatori avrei inserito un ulteriore difensore per squadra ad esempio.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono come sempre da numerosi fattori, come ad esempio le capacità del proprio gruppo, la categoria di riferimento, il giorno della settimana in cui inseriamo l’esercitazione, ecc. Al centro del campo predisponiamo una zona centrale, le cui dimensioni dipenderanno anch’esse dai fattori precedenti e dallo spazio totale di gioco.

Vengono scelti 2 giocatori per il ruolo di Jolly Laterali (Gialli).  Nella zona centrale predisponiamo una situazione di 3 contro 3, simulando due schieramenti che si affrontano con un reparto di centrocampo composto da 3 elementi.  Nelle due zone esterne collochiamo una situazione di 2 contro 1 in favore degli attaccanti. Con numeri maggiori possiamo aumentare sia il numero di attaccanti che di difensori.

I Jolly lavorano solo con la squadra in possesso.

Partita a Tema Costruzione dal Basso dentro-fuori

  • Fase 1: Costruzione dal Basso

L’obiettivo del difensore centrale, coadiuvato dai Jolly e dal Portiere, è quello di eludere il pressing avversario per giocare un passaggio nel settore centrale.
Il Principio è dunque quello di creare superiorità numerica nella prima zona di costruzione e per farlo avremo due possibilità:

  • Entrambi i terzini si abbassano per creare una situazione di 3+Portiere contro 2;

Partita a Tema Costruzione dal Basso dentro-fuori(2)

  • Un’altra soluzione può essere quella di abbassare un solo terzino (l’altro rimane alto) e far abbassare un interno di centrocampo (movimento in ampiezza sul corto)

Partita a Tema Costruzione dal Basso dentro-fuori(3)

L’obiettivo è in ogni caso quello di trasmettere palla nella zona centrale, facendo poi alzano entrambi i terzini a garantire la superiorità numerica.

  • Fase 2: Gestione del Possesso

Partita a Tema Costruzione dal Basso dentro-fuori(4)

Nella zona centrale gli obiettivi diventano quelli di:

  • riconoscere la superiorità numerica in ampiezza;
  • garantire superiorità posizionale (giocare alle spalle delle linee avversarie);
  • scaglionamento a differenti altezze;
  • formare triangoli e rombi con palla laterale, al fine di assicurare il “rientro” della sfera;
  • sviluppo di rotazioni e interscambi (se necessario) per disorganizzare il pressing avversario;

Il tutto finalizzato al raggiungimento di un numero minimo di passaggi richiesto (5-6 ad esempio).

  • Fase 3: Preparazione e Affondo

Raggiunti il numero di passaggi richiesti, l’obiettivo diventa la ricerca della verticalizzazione verso l’uomo libero nel settore d’attacco, con successivo rapido sviluppo del 2 contro 1 per il gol.

Osservazioni: l’esercitazione richiede una buona intensità, intesa non solamente dal punto di vista fisico ma anche dal punto di vista del dispendio mentale, visti i diversi principi e sotto-principi che entrambe le squadre devono perseguire. Personalmente ho scelto blocchi di lavoro da 4′, con recupero 2′, per 4-5 ripetizioni.

Nella finale dell’esercitazione ho tolto i due Jolly e ho collocato un difensore per parte. A questo punto, nella costruzione dal basso, avevamo due soluzioni: a) difensori che si allargano ed entra tra questi il mediano; b) un difensore resta in posizione centrale, l’altro si allarga ed ecco che scende in ampiezza un interno di centrocampo.

Ho successivamente tolto il vincolo dei 6 passaggi e ho dato la possibilità ad un interno di centrocampo o ad una punta di muoversi in ampiezza, nello spazio laterale al quadrato centrale. In questa zona chi riceveva palla non poteva essere contrastato ma aveva l’obbligo di giocare ad un massimo di 2 tocchi.

Ho dato inoltre la possibilità ad uno dei centrocampisti di inserirsi in attacco per creare il 3 contro 2.

 

FOCUS TATTICO

  • assicurare superiorità numerica in zona di costruzione;
  • gestione del possesso nella zona centrale del campo;
  • gestione del possesso finalizzata alla ricerca della verticalizzazione;
  • sviluppo offensivo rapido;

 

Credit Immagine: https://www.pianetagenoa1893.net

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply