Partita a Tema: Penetrazione in zona Esterna

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Partita a Tema: Penetrazione in zona Esterna

Nell’articolo di oggi vediamo aggiornata una proposta pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nel settembre 2013. Si tratta di una Partita a Tema rivolta esclusivamente alle categorie dell’attività agonistica, dai Giovanissimi agli Adulti.

La proposta nasce per allenare in particolar modo tutti quei sistemi di gioco che prevedono, di partenza, due giocatori in ampiezza, come ad esempio 4.4.2, 4.2.3.1, 3.4.3, ecc.

L’obiettivo della proposta è la ricerca del gioco in ampiezza per favorire la penetrazione sull’esterno allenando la coppia di esterni a lavorare in sinergia.

Per le dimensioni del campo di gioco, come sempre, consideriamo la categoria con cui lavoriamo, le capacità della rosa a disposizione e il giorno della settimana in cui inseriamo la proposta. Indicativamente l’esercitazione può essere svolta da area ad area di rigore o anche a tutto campo. Questo viene in ogni caso diviso verticalmente in tre zone, con due corridoi laterali e un settore centrale molto più ampio; i corridoi sono circa 15 metri di larghezza. Gli ultimi 15 metri di ogni zona esterna vengono delimitati da due coni che rappresentano le mete da attaccare.

Il numero di giocatori coinvolti in figura è 22 ma potranno essere apportato alcune variazioni per adattarla al numero di elementi a disposizione. Formiamo due squadre da 11 giocatori ciascuna e schierate in posizione (col proprio sistema di gioco).

All’interno di ogni corridoio posizioniamo due giocatori per squadra, la nostra coppia di esterni.

Partita a tema Inserimenti in fascia

Le due squadre giocano una partita a tocchi liberi con l’obiettivo di segnare nella porta avversaria dopo una rifinitura che provenga da una delle due zone di meta offensive. La squadra in difesa non può difendere all’interno delle proprie zone di meta (i rossi non possono entrare nelle zone blu e i blu in quelle rosse).

Sul cross si gioca normalmente, con gli esterni del lato opposto che possono stringere per difendere e convergere per offendere.

Le possibilità per combinare sull’esterno sono diverse. Vediamone alcune:

  • Giocata sull’esterno alto che scarica per un compagno nel mezzo e palla in profondità in fascia per l’inserimento dell’esterno basso

Partita a tema Inserimenti in fascia(2)

  • I due esterni trovano tra loro una combinazione/soluzione (risolvono il 2 contro 2) per conquistare la zona di meta e andare al cross (l’azione individuale è una valida soluzione)

Partita a tema Inserimenti in fascia(3)

  • Un giocatore dalla zona centrale può entrare in fascia per creare superiorità numerica e partecipare allo sviluppo sull’esterno

Partita a tema Inserimenti in fascia(4)

  • L’esterno alto entra dentro il campo per creare spazio per l’inserimento dell’esterno basso

Partita a tema Inserimenti in fascia(5)

VARIANTI

  • collocare 2 Jolly nella zona centrale. Questi saranno i due interni di un centrocampo a 3. I Jolly saranno gli unici giocatori che potranno aprirsi in fascia per creare superiorità numerica
  • tocchi vincolati nella zona centrale
  • la palla potrà rimanere per un tempo limitato nei corridoi laterali (o penetro velocemente o devo muoverla dentro)

Osservazioni:  queste sono solo alcune possibili soluzione che i giocatori avranno a disposizione per risolvere il 2 contro 2 sull’esternoIl tecnico può sollecitare la ricerca delle combinazioni viste qui sopra o può lasciare in un primo momento maggior libertà per valutare la capacità dei giocatori di risolvere le dinamiche del gioco.

Alla squadra va fatto comprendere il concetto di lato chiuso, non ostinandosi a spingere su uno spazio ben protetto.

 

Foto: https://www.pinterest.it

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply