Partita a Tema: Sfruttare l’Ampiezza, Attaccare il Lato Debole

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Partita a Tema: Sfruttare l’Ampiezza, Attaccare il Lato Debole

L’esercitazione è un’evoluzione di una proposta che avevo pubblicato postato tempo fa e a cui ho inserito qualche variante: la porta difesa dal portiere (nel precedente ogni squadra attaccava e difendeva 3 porticine) e alternando i compiti delle squadre.

Si tratta di una Partita a Tema che vuole allenare vari principi relativi alla fase di possesso:

  • garantire ampiezza per assicurare l’uomo libero sul lato debole
  • ribaltamento rapido del fronte di gioco
  • attirare l’avversario dentro per attaccarlo fuori

Il campo di gioco viene diviso verticalmente in due metà. Le dimensioni sono indicativamente 40×28 ma dipendono come sempre da diversi fattori (numero di giocatori, categoria, capacità del gruppo, ecc).

Il numero di giocatori necessari è 14: 6 contro 6 +Jolly e Portiere. Le squadre sono composte da: 3 difensori e 3 attaccanti, mentre nel ruolo di Jolly viene scelto un centrocampista. Si può pensare di inserire un secondo Jolly.

L’esercitazione vede le squadre impegnate con compiti differenti e alternati, invertendoli a metà tempo.
La squadra Gialla, a difesa della porta, attacca tre porticine e difende la porta regolamentare. Viceversa farà la squadra rossa.

Partita a Tema Possesso in Ampiezza Transizione

L’obiettivo dei Gialli è quello di segnare in una delle tre porticine con le seguenti regole:

  • tocchi vincolati (2-3 tocchi a disposizione)
  • non più di 3-4 passaggi per metà campo senza trovare il gol. Questa è la regola fondamentale dell’esercitazione, che ci permette di porre l’attenzione sui continui ribaltamenti di fronte, finalizzati ad attaccare la zona di campo maggiormente sguarnita. Aspetto fondamentale sarà quello di attirare gli avversari in una porzione di campo per poi ribaltare velocemente il fronte con una sequenza di passaggi o con un cambio gioco improvviso
  • si può segnare anche nella porticina centrale. Questa possibilità richiamerà il difensore laterale a stringere nel mezzo per ricreare la parità numerica. Di conseguenza l’esterno alto sarà chiamato a ripiegare per difendere la porticina in fascia
  • i Jolly giocano a 2 tocchi e possono segnare solo nelle porticine laterali. Può cambiare di campo liberamente, ad eccezione che vi sia sempre un Jolly su ogni metà campo (nel caso se ne dispongano 2)

Se la squadra Rossa recupera palla dovrà segnare nella porta difesa dal portiere.

I Jolly giocano sempre con la squadra in possesso ma avranno 2 tocchi quando collaboreranno coi gialli, 1 solo tocco quando invece giocheranno coi rossi.

Osservazione: ulteriore variante che ho inserito nelle sedute successive è stata quella di assegnare 3 punti nel caso il gol avvenisse dopo 10 passaggi. Questa possibilità mi ha dato ulteriormente modo di lavorare sul mantenimento del possesso a ridosso delle porte avversarie e di togliere quella frenesia che molte volte si vede quando si è vicini “all’obiettivo”.

Per la squadra rossa può valere la stessa regola se vogliamo lavorare sul consolidamento del possesso, oppure possiamo capovolgerla lavorando su ripartenze rapide in fase di transizione offensiva, permettendo il gol non oltre i 5 passaggi o non oltre gli 8″ dal momento del recupero palla.

Possiamo aumentare il numero di giocatori coinvolti. Possiamo giocare un 7 contro 7 + 2 Jolly, inserendo un centrocampista per squadra e ipotizzando quindi un centrocampo a 3 (mediano + 2 Jolly), oppure possiamo lavorare 8 contro 8 + Jolly, inserendo una coppia di centrocampisti per squadra e col Jolly nel ruolo di mediano.

 

 

Credit Immagine: https://www.dailyrecord.co.uk

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply