Partita a Tema: Transizioni, Gioco tra le linee

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Partita a Tema: Transizioni, Gioco tra le linee

Nell’articolo di oggi vediamo una Partita a Tema che può essere utilizzata a partire dalla categoria Esordienti e valida per tutte le categorie dell’attività agonistica, Adulti compresi.
Si tratta di una partita che vuole mettere in rilievo le due fasi di transizione e la ricerca del gioco tra le linee.
Con le categorie più grandi tra gli obiettivi aggiungerei: smarcamenti preventivi e marcature preventive.

Il campo di gioco viene diviso orizzontalmente in tre zone, con una striscia centrale di circa 10 metri. La dimensione delle due zone esterne dipende invece dal numero di elementi coinvolti, dalla categoria, dal giorno della settimana in cui inseriamo la proposta, dalle condizioni del terreno di gioco, ecc.

Il numero di giocatori coinvolti è irrilevante. Possiamo partire da un 4 contro 4 fino ad un 8 contro 8.
Vengono formate tre squadre di ugual numero.

Due squadre si sfidano all’interno mentre la terza si dispone all’esterno e in possesso di diversi palloni ciascuno. I giocatori all’esterno (che chiameremo “assistenti”) si posizionano in ampiezza e vengono numerati.

Le due squadre all’interno agiscono liberamente, con l’obiettivo di trovare un passaggio nella zona centrale per uscire dalla metà campo difensiva e prima di poter segnare.

Ulteriore regola che possiamo inserire è quella che nella metà campo difensiva si gioca ad 1 tocco, questo per ricercare due obiettivi:

  • la necessità, nella prima zona di costruzione, di pensare in fretta al fine di trovare una soluzione per uscire;
  • la necessità, da parte dei giocatori sopra la palla, di smarcarsi in fretta al fine di agevolare l’uscita della palla;

Tocchi liberi nella metà campo offensiva.

Una regola chiave della proposta è che ogni volta che la palla esce, o in caso di gol, questa viene rimessa in gioco da un assistente. Gli assistenti giocano palla secondo l’ordine numerico assegnato e sempre in favore della stessa squadra. In sostanza, una squadra usufruirà sempre del supporto degli assistenti, per tutta la durata della ripetizione. Gli assistenti hanno il compito di inserire solamente i palloni in gioco.

A tempo si invertono i compiti delle tre squadre. Io ho lavorato con tempi da 3-4′.

 

Credit Immagine: https://www.calcioatalanta.it

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

5 commenti

  1. Avatar

    Gli assistenti giocano palla secondo l’ordine numerico assegnato. I miei dubbi sono:
    Seguono autonomamente la numerazione?
    Chiama i numeri il mr?
    Essendo 5, tre assistenti danno palla ai neri e due ai gialli?

    • Avatar

      Ciao Dario, gli assistenti seguono la numerazione e vanno in autonomia. Nel senso che quando la palla esce sanno che tocca a Tizio piuttosto che a Caio, il mister al massimo sollecita che venga rimessa in gioco velocemente la palla. Gli assistenti giocano sempre con la squadra in possesso

  2. Avatar
    Tommaso Bianchini on

    Nella zona centrale i difensori possono entrare? Bella proposta ma non mi è chiara quella fase.. Grazie

    • Avatar

      Ciao Tommaso, sì, io ho messo la regola che chi difende può entrare nella zona. Una semplificazione alla proposta potrebbe essere quella di non permettere ai difensori di entrare in tale zona

Leave A Reply