High Intensity: Partita a Quattro Squadre con Ricerca della Conclusione

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

High Intensity: Partita a Quattro Squadre con Ricerca della Conclusione

Nell’articolo di oggi ripropongo aggiornata un’esercitazione pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nell’Agosto 2012.

Si tratta di una proposta rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai Giovanissimi agli Adulti.

Il numero di giocatori impiegati è di 18, 16+2 Portieri.

Campo di Gioco: doppia area di rigore, diviso orizzontalmente in due metà campo.

L’esercitazione ha finalità tecnico-tattiche, con la ricerca di molte conclusioni a rete, ma anche dal punto di vista organico, sviluppando una resistenza specifica.

Il FOCUS dell’esercitazione è:

  • risolvere la situazione di 2 contro 2;
  • ricerca di un numero elevato di conclusioni a rete (in situazione di gioco);
  • far salire i difensori in conduzione (con una delle varianti)
  • concentrazione (mentale);

Formare quattro squadre d 4 elementi ciascuna. Due squadre si dispongono all’interno mentre le altre due (Rossa e Nera) si collocano come sponde sul perimetro; ogni squadra su una metà campo.

Partita ad alta intensità

In ogni metà campo si dispone una situazione di 2 contro 2; schierando 2 attaccanti contro 2 difensori. Giocatori zonati.

Si gioca 3 minuti, mantenendo altissimo il ritmo dell’esercitazione. Quando la palla sta per uscire viene rimessa in gioco da una delle sponde che giocano come “flipper”, rimettendola dentro di prima intenzione senza favorire nessuna delle due squadre. Se la palla esce viene rimessa prontamente in gioco da uno dei due allenatori che la calciano nel mezzo.

Le due squadre all’interno non possono giocare con le sponde.

Al fischio del mister, al termine dei 3 minuti, cambio volante tra interni e sponde.

Ripetizioni: si disputano 3-4 partite per ogni squadra.

VARIANTI:

  • Possiamo permettere ad uno dei difensori di guadagnare la metà campo offensiva in conduzione, creando una situazione di 3 contro 2, ma rientrando immediatamente sulla perdita del pallone;
  • Se uno dei difensori conquista la metà campo offensiva, uno degli attaccanti dovrà rientrare in difesa per ricreare il 2 contro 2 in ogni settore;
  • Posizionare le sponde in modo alternato per colore, sia nella metà campo offensiva che difensiva. Le squadre all’interno possono giocare con una delle due squadre sponda. I Bianchi ad esempio possono giocare solo con le sponde Nere mentre i Blu con quelle Rosse. Sponde rigorosamente a 1 tocco;
  • Le sponde possono contrastarsi tra loro;

 

Credit Immagine: http://www.forzaroma.info/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

1 commento

Leave A Reply