Partita Condizionata: stimolare i Contromovimenti

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Nell'articolo di oggi presento un'esercitazione che ho utilizzato nel corso di questa stagione con una squadra di Giovanissimi e rivolta a tutte le categorie dell'attività agonistica (Adulti compresi).

Si tratta di una Partita Condizionata (a tema) che vuole stimolare l'apparire di alcuni comportamenti emergenti (grazie alle regole di provocazione contenute in essa):

L'utilizzo di contromovimenti nella zona centrale del campo e in zona d’attacco, utili a liberarsi dal diretto avversario. Condizione questa che, per essere stimolata, necessita per forza di cose di situazioni di parità o inferiorità numerica. 
Riconoscimento della propria funzione in superiorità posizionale. Cosa fa il difensore alle mie spalle?Ho la funzione di invasore o di attrattore? Il riconoscimento della propria funzione risulta fondamentale per garantire un vantaggio funzionale (quante volte ho osservato, ahimè, giocatori scaricare ad esempio palla completamente liberi)

Questo articolo è disponibile solo per gli Abbonati:

  • Se sei già abbonato Accedi per visualizzare l'articolo.
  • Altrimenti visita questa pagina e scopri i nostri Abbonamenti!

 

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.