Situazione di Gioco: 6+Portiere contro 5 (Uscita dalla Zona di Costruzione e Transizioni) – Bayern Munich

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Situazione di Gioco: 6+Portiere contro 5 (Uscita dalla Zona di Costruzione e Transizioni) – Bayern Munich

Nell’articolo di oggi vediamo un’esercitazione del Bayern Monaco di Nico Kovac eseguita durante il ritiro del 2019 a Doha. La proposta la trovate anche nel video in fondo all’articolo (scorrete in avanti fino a 1h e 10′).

L’esercitazione vede impegnati 12 elementi. A parer mio è possibile svolgerla contemporaneamente su entrambe le metà campo (qualora si disponga di un intero campo a 11) se si dispone di almeno un valido collaboratore e nel caso disponessimo di molti giocatori.

Lo spazio di gioco è circa metà campo o poco meno.

Il focus della proposta è prettamente tattico e ad intuito (non conoscendo le reali intenzioni dell’allenatore Croato) gli obiettivi potrebbero essere:

  • uscita dalla zona di costruzione conquistando campo in avanti e gestendo il pressing ultra-offensivo avversario;
  • ricerca dell’uomo libero;
  • il portiere come elemento fondamentale in zona di costruzione;
  • transizioni. Ri-organizzarsi velocemente in fase di non possesso. Attaccare rapidamente la porta avversaria una volta entrati in possesso;
  • marcature preventive e attacco preventivo;

Come ho scritto, questi sono gli obiettivi che personalmente ci vedo io.

Formare due squadre: la squadra Blu composta da 7 elementi, di cui Portiere, 4 difensori e 2 centrocampisti; di contro la squadra Nera schierata con 5 elementi, di cui 3 attaccanti e 2 centrocampisti (la composizione delle due squadre resta a mio avviso adattabile alle proprie necessità).

Compiti differenti per le due squadre.

La situazione inizia col mister che gioca palla ad un Blu che a sua volta trasmette palla al proprio Portiere; a questo punto i Neri potranno organizzarsi in un’azione di pressing finalizzata al recupero del pallone e al contrattacco alla porta avversaria.

Una regola che si potrebbe a mio parere inserire è quella che i Neri giochino a 1 tocco nel momento della riconquista. Non tuttavia una regola ferrea (contrasto e intercetto non sono considerati come tocco e la palla magari sporca può essere controllata) ma un’indicazione generale.

L’obiettivo dei Blu è invece quello di conquistare la zona di meta in conduzione (zona arancio).

A punto ottenuto per i Blu, il mister gioca palla ai Neri che dovranno concludere l’azione il più velocemente possibile. Il Blu che ha guidato palla a meta deve immediatamente ripiegare.

FOCUS TATTICO CHE PERSONALMENTE OSSERVEREI:

  • assicurata superiorità numerica in zona di costruzione, riconoscere l’uomo libero per progredire sul terreno di gioco;
  • non forzare nessuna giocata;
  • trasmissioni molto forti;
  • garantire massima ampiezza per creare corridoi interni (linee di passaggio all’interno)
  • giocare alle spalle della linea per i 2 centrocampisti Blu;
  • riconquistata palla, ripartenza rapida verso la porta avversaria;
  • mentre il nostro compagno si avvicina alla meta, marcature preventive (prendere in “consegna” gli attaccanti, pronti a contrastarne l’azione sul nuovo pallone)
  • di contro, valutata l’impossibilità per gli attaccanti a ripiegare in tempo, smarcamenti preventivi al fine di ricevere palla con maggior tempo e spazio sul secondo pallone dell’allenatore;

 

 

Credit Immagine: https://www.bavarianfootballworks.com/

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply