Situazione di Gioco: Resistere al Pressing avversario, Transizione Positiva

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Situazione di Gioco: Resistere al Pressing avversario, Transizione Positiva

Nell’articolo di oggi vediamo aggiornata un’esercitazione pubblicata per la prima volta su Ideacalcio nell’agosto 2012. La proposta è rivolta a tutte le categorie dell’attività agonistica, dai Giovanissimi (probabilmente più adatta a partire da quella Allievi) agli Adulti.

Spazio di gioco: metà campo. A 22-25 metri dalla porta posizioniamo due coni in ampiezza, a tracciare una linea immaginaria.

Giocatori coinvolti: 14 (13+Portiere) ma con qualche accorgimento sarà possibile adattarla anche a numeri diversi. La squadra Blu è schierata con 4 difensori e 3 centrocampisti mentre quella Rossa, che attacca la porta, con 2 centrocampisti, 3 mezze-punte e un attaccante centrale (in un ipotetico 4.2.3.1).

Situaz. di gioco Transizione Positiva Allenare la Ripartenza

La squadra Blu, a difesa della porta, ha l’obiettivo di mantenere il possesso del pallone, eludere il pressing avversario sfruttando la superiorità numerica (situazione di 7+Portiere contro 6) e guadagnare 1 punto con 10 passaggi consecutivi.

Raggiunti i 10 passaggi, la squadra Blu otterrà altri 2 punti verticalizzando, oltre la metà campo, per un compagno che s’inserisce e riceve. La squadra Rossa non può difendere oltre la metà campo.

L’obiettivo della squadra Rossa è invece quello di organizzare un’azione di pressing coordinata al fine di recuperare il pallone e trasformare rapidamente lo sviluppo da difensivo in offensivo, attaccando la porta avversaria.

A seconda dell’altezza di campo in cui si recupera palla, avremo due differenti prosegui dell’azione:

  • con palla recuperata in zona ultra-offensiva (tra la porta e i due coni) restano attivi solo i 2 difensori centrali e la squadra Rossa attacca in situazione di 6 contro 2

  • con palla recuperata in zona offensiva tutta la squadra Blu diventa passiva e la squadra Rossa sviluppa una combinazione per attaccare la porta. In figura si vede una palla giocata alla punta, scarico per il trequartista e verticalizzazione sul taglio di uno dei due esterni d’attacco

VARIANTI

  • se si recupera palla in zona ultra-offensiva rimane attiva tutta la linea difensiva
  • se si recupera palla in zona offensiva rimangono attivi i tre centrocampisti Blu
  • raggiunti i 10 passaggi la squadra Blu gioca per segnare in tre porticine collocate sulla linea di metà campo

FOCUS TATTICO

  • gestione del possesso all’interno della propria metà campo, resistendo al pressing avversario
  • riconoscere l’uomo libero – il  Portiere come elemento fondamentale nella prima zona di costruzione
  • organizzare un pressing coordinato con l’obiettivo di recuperare palla il più vicino possibile alla porta avversaria
  • trasformare un’azione difensiva in offensiva molto velocemente

 

Credit Immagine: https://ussoccerplayers.com

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

Leave A Reply