Es. Tecnico-Motoria: Rapidità, Difesa e Controllo di Palla, 1v1

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Es. Tecnico-Motoria: Rapidità, difesa e controllo di palla, 1v1

Formare 2 squadre e posizionare davanti ad esse 2 percorsi, uguali, così composti: si effettua uno slalom tra 2 paletti, si salta l’ostacolino, altro slalom tra 2 paletti e altro saltello a superare l’ostacolino.
Al via dell’istruttore i due ragazzi eseguono il loro rispettivo percorso ed entrano successivamente nel campo (15×15) per contendersi la palla lanciata nel mezzo dall’istruttore. Mentre la palla è in aria, l’istruttore indica un colore corrispondente ad una delle 3 porticine colorate.

Es. Tecnico Motoria Rapidità, Difesa e controllo della sfera, 1v1

I due ragazzi dovranno contendersi la sfera per poi segnare in una delle 3 porticine; il gol nella porticina indicata dal mister vale 2punti.
L’istruttore varierà di volta in volta la traiettoria della palla (lettura delle traiettorie aeree).

ATTENZIONE ALLE VARIANTI!!

L’istruttore indica un colore:
non si può segnare nella porticina di quel colore
si può segnare solo in quella porticina

L’istruttore, invece di indicare con la voce il colore, alza una casacca corrispondente ad uno dei 3 colori. Con questa variante alleniamo il canale uditivo nel caso della chiamata vocale e il canale visivo nel caso della casacca alzata (visione periferica).

VARIAMO IL NUM. DI ALLIEVI NEL MEZZO:

Possiamo anche far partire contemporaneamente 2 allievi per squadra, generando così un 2v2.
O ancora, l’istruttore indica una delle 2 file e da il via all’esercitazione. La fila indicata parta in superiorità numerica e le soluzioni possono essere il 2v1 e il 3v2

Nota: per rimanere ogni giorno aggiornati sui nuovi contributi di Ideacalcio, seguimi alla pagina Facebook Ideacalcio

Obiettivi Tecnici: controllo aereo e contrasto
Obiettivi Tattici: difesa della sfera, 1v1
Obiettivi Motori: rapidità, lettura delle diverse traiettorie aeree, sviluppo dei canali percettivi

Credit Immagine: http://cdn.blogosfere.it/sportemotori/images/iniesta-nike-new.jpg

Share.

About Author

Diego Franzoso

Franzoso Diego, nato a Rovigo il 15/04/1983. Laurea Magistrale in Scienze e Tecniche dell'Attività Motoria Preventiva e Adattata. Allenatore UEFA B e Istruttore CONI-FIGC. Attualmente allenatore dei Giovanissimi Regionali dell'Hellas Verona.

10 commenti

  1. Avatar

    Beg, che dire…resto ogni volta colpito dalla semplicità e dall’efficacia delle esercitazioni che proponi, complimenti!
    Io alleno, come sai, la categoria allievi: pensi possano essere utilizzate con profitto anche con loro?

  2. Diego Franzoso

    Assolutamente si!!
    Io alleno due squadre, pulcini 2002 e Allievi e quando mi “salta” un esercitazione dei più grandi a causa magari del ridotto numero di presenti, prendo sempre in “prestito” qualche es. che magari ho proposto poche ore prima coi Pulcini e questa è senz’altro una delle più azzeccate per gli obiettivi che si prefigge.
    Anche perchè la si può impostare sottoforma di competizione e l’aggressività ne guadagna!!

  3. Avatar

    ciao diego , io alleno una squadra di esordienti ultimo anno….. ed ho ancora tante difficolta’ nel fargli apprendere gli esercizi pratici …….. mi puoi dare qualche indicazione su come semplicare certi esercizi

  4. Diego Franzoso

    Ciao Marco, siccome non voglio risponderti approssimativamente e sono disponibilissimo a confrontarmi con altri allenatori, mi puoi fare qualche esempio pratico di cosa intendi?in modo da poterti dire la mia

  5. Avatar

    L’esercitazione è buona, ma gli altri componenti del gruppo rimangono troppo fermi, bisogna ovviare a questo problema proponendo un altro esercizio contemporaneamente, esempio calcio tennis, partite 3<3

  6. Diego Franzoso

    Come ho già scritto in altri articoli, io PURTROPPO ho solo 8 bambini e quindi il problema del sovrannumero non posso mai pormelo. Comunque siamo in due a seguire i bambini e se ne avessi tanti farei più semplicemente 2 stazioni o appunto mini-partite un gruppo, es. tecnico-motoria l’altro e poi si invertono

  7. Avatar

    Secondo te e’ meglio un tiro o una conduzione nelle porticine?
    Non si sviluppano con questo esercizio anche i cambi di direzione?
    Io alleno i pulcini primo anno puo’ essere adatto a loro?

    • Diego Franzoso

      Primo anno non saprei..dipende dal livello di bambini che hai. Secondo e Terzo anno sicuramente.
      Io preferisco la guida nelle porticine perchè altrimenti il tiro risulta troppo facile. Ecco allora che magari puoi proporla col tiro coi pulcini al primo anno.
      Si certo, si allenano anche i cambi di direzione… ma se fai punto con la guida e non con il tiro

  8. Avatar

    interessante nella sua semplicità io preferisco che chi giochi la palla sia un giocatore delle due squadre in modo da stimolare il compagno che esegue il motorio a smarcarsi per ricevere palla mentre il compagno gli suggerisce il colore della porta per fare goal( questo per suggerire la soluzione più idonea al compagno) grazie per tutto sei uno stimolo per la creatività.

    • Diego Franzoso

      La tua idea Rocco mi ha dato modo di pensare ad un’altra variante. Posizionerei 2 allievi in possesso di palla, uno per squadra, al posto del mister.
      Quando i 2 ragazzi, impegnati nell’esercizio, entrano nel quadrato, il mister chiama il colore di uno dei 2 assistenti, indicando chi sarà a giocar palla. Di conseguenza uno nel mezzo dovrà smarcarsi e l’altro dovrà marcare. Inoltre così si allena la transizione perchè non sapranno inizialmente chi sarà l’attaccante e chi il difensore 😉

Leave A Reply