fbpx
Premium
Partite a Tema

Partita Ridotta 6 contro 6: Costruzione e Pressing Ultra-Offensivo

11 Febbraio 2020

Partita Ridotta 6 contro 6: Costruzione e Pressing Ultra-Offensivo

Nell’articolo di oggi presento un’esercitazione sviluppata nel corso della passata stagione con una squadra di Giovanissimi e rivolta non solo a tutte le categorie dell’attività agonistica, Adulti compresi, ma anche a quelle dell’attività di base. Con quest’ultime occorrerà tuttavia valutare molto attentamente le capacità e competenze del proprio gruppo, adattando regole, spazi di gioco e numero di giocatori coinvolti.

Si tratta di una Partita Ridotta, uno Small Sided Games se vogliamo, ideato per allenare la prima risalita del pallone attraverso l’attuazione di alcuni Principi di Gioco.

Il numero di giocatori coinvolti è di 14, 12+Portieri, (in questa seduta avevo a disposizione ben 28 giocatori…), sviluppata contemporaneamente su due campi di gioco, in modo da coinvolgere tutti gli elementi.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono come sempre da numerosi fattori, quali la categoria, le capacità del gruppo, il numero di elementi coinvolti, il giorno della settimana in cui inseriamo l’esercitazione, ecc.

Tuttavia, dividere orizzontalmente lo spazio in tre zone, con quella centrale decisamente più piccola. Formiamo due squadre da 6 giocatori ciascuna (6+Portiere), schierate in posizione e inizialmente zonate in Fase di Possesso. In fase di Non Possesso si gioca sempre e solo nel proprio settore.

Viene quindi schierata una situazione di 2+Portiere contro 2 attaccanti in una zona, 1 contro 1 nel mezzo e 3 contro 3 più Portiere nel settore opposto. Ho scelto numeri “sfalsati” nelle due zone esterne per coinvolgere tutti (potremmo giocare 3 contro 3 o 2 contro 2 in entrambe le zone esterne).

Con palla nella metà campo difensiva, il Centrocampista (CC) può scendere dalla zona centrale per creare superiorità numerica (non può essere seguito dal CC avversario); lo spazio creato nella zona centrale potrà essere occupato da un attaccante che si abbassa.

L’obiettivo è quello di muovere palla in attacco, col (CC) che potrà accompagnare l’azione creando superiorità numerica.

In attacco il principio è quello di concludere l’azione entro 8-10″ o il gioco ricomincia dal portiere avversario.

Osservazioni: la palla potrà essere condotta o passata nel settore d’attacco, lasciando libertà ai giocatori o vincolando la giocata.

Non è obbligatorio trovare un passaggio nella zona centrale del campo per uscire dalla metà campo difensiva.

In zona offensiva l’obiettivo è quello di ricercare uno sviluppo offensivo rapido, concludendo l’azione nel minor tempo possibile. A tal proposito risulterà importante l’inserimento del centrocampista in tale zona, utile a creare superiorità numerica.

Per uscire dalla metà campo difensiva risulterà fondamentale lo scaglionamento dei tre attaccanti. Spesso – e questo lo noto ad ogni età – chi gioca lontano dalla palla sempre uno “spettatore non pagante“, un corpo estraneo al gioco. Assicurare un buon scaglionamento in zona d’attacco, anche quando la palla si trova apparentemente lontana da questa zona, garantendo profondità, ampiezza e soluzioni sul corto, favorisce di molto il compito del portatore.

FOCUS TATTICO

  • creare superiorità numerica a partire dalla zona di costruzione per favorire la prima risalita del pallone;
  • pressing ultra-offensivo in probabile inferiorità numerica. Gli attaccanti giocano per riconquistare palla il più vicino possibile alla porta avversaria. Agire insieme, non con pressioni isolate.
  • concludere l’azione offensiva rapidamente, con “spunto” e qualità. L’1 contro 1 è sempre una possibile soluzione;

 

Credit Immagine: https://www.sportbuzzer.de/

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration