Premium
Partite a Tema

Possesso e partita di Progressione: dal 5+Pv4, al 9v9+2J

13 Ottobre 2021

Possesso e partita di Progressione: dal 5+Pv4, al 9v9+2J

Nell’articolo di oggi vediamo un’esercitazione rivolta esclusivamente all’attività agonistica, dai Giovanissimi agli adulti. C’è da dire che a seconda della categoria e delle capacità dei giocatori a nostra disposizione, una squadra di giovani potrebbe (quasi) paradossalmente trovare minori difficoltà di una prima squadra. Il carico cognitivo è infatti elevato, considerando che la complessità della situazione di gioco muterà notevolmente nel giro di pochissimi secondi; ciò comporta un’elevata capacità di adattamento a spazi e relazioni (con compagni e avversari) differenti.

Il campo di gioco viene diviso orizzontalmente in due metà e a forma di clessidra; come si vede dall’immagine, l’ampiezza nella zona centrale (triangolo bianco) viene interdetta al gioco. Questo semplice stratagemma vuole obbligare la squadra che costruisce l’azione ad utilizzare la zona centrale del campo. Le dimensioni del campo di gioco dipendono come sempre da numerosi fattori, quali soprattutto la categoria e il giorno della settimana in cui inseriamo l’esercitazione. Sulla linea mediana possiamo collocare alcune sagome.

Formiamo due squadre. Giocatori schierati in posizione, con due rispettive situazioni di 5+Portiere contro 4 sulle due metà campo e in favore della difesa. Ho collocato 3 difensori più 2 centrocampisti contro 2 laterali e 2 attaccanti, ma le opzioni sono numerose. Giocatori utilizzati in figura 20.

L’esercitazione inizia simultaneamente sulle due metà campo, col rispettivo portiere che in questa fase gioca solamente con la squadra dei difensori.

L’obiettivo dei due blocchi offensivi (attaccanti e laterali) è quello di recuperare palla e segnare nella porta.

L’obiettivo dei due blocchi difensivi è duplice:

  • guadagnare 1 punto con 8 passaggi consecutivi all’interno della propria metà campo difensiva
  • per poi ottenere un ulteriore punto raggiungendo il portiere opposto

Quando infatti uno dei due blocchi difensivi raggiunge gli 8 passaggi, il campo di gioco diventa un tutt’uno, con l’altro pallone che viene abbandonato immediatamente. Il gioco prosegue in questo modo fintanto che una squadra non muove palla da un Portiere all’altro o l’altra riesce a segnare nella porta avversaria.

Osservazione: provo a spiegarlo meglio perché capisco non sia immediato da capire il meccanismo. Si giocano contemporaneamente due azioni. Quando una squadra riesce a segnare o l’altra riesce a conquistare la metà campo offensiva, l’altra situazione (che si stava giocando nell’altra metà campo) è come se scomparisse immediatamente (se il pallone era ancora in gioco non conta più); gli obiettivi rimangono i medesimi ma si gioca con un solo pallone e su tutto il campo. 

Quando a questo punto l’azione termina, si riparte dalla situazione iniziale.

Punti chiave

  • resistere al pressing avversario all’interno della propria metà campo difensiva. Da qui la regola di ottenere 1 punto con 8 passaggi nella propria metà campo. So che è una forzatura nel percorso verso la comprensione autonoma del gioco (se ho la possibilità di uscire e progredire, perché continuare a rimanere nella mia metà campo?), ma l’intento è quello di costringere difensori e centrocampisti a manovrare a ridosso della propria porta, assumendosi responsabilità e coraggio
  • assicurare ampiezza, giocare alle spalle delle linee. Come usciamo dalla metà campo difensiva? La forma ad imbuto centrale obbliga le squadre ad utilizzare il centro. E se il centro non è libero, come lo liberiamo?
  • adattamento alla nuova condizione numerica e all’obiettivo

 

 

Foto: https://consent.yahoo.com