“Visione strategica”: Borussia Dortmund – Manchester City, di Matteo Zancan

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Borussia Dortmund vs Manchester city: strategia e controstrategia di Pep Guardiola. Dopo aver eliminato il Borussia M’Gladbach nel corso degli ottavi di finale di Champions’ League, il Manchester City prosegue la propria marcia affrontando il Borussia Dortmund.

Nella gara di andata la squadra inglese ottiene una vittoria di misura (2-1), incontrando però numerose difficoltà nella gestione della fase di non possesso.

La squadra di Guardiola, difatti, nel corso del match si è trovata spesso eccessivamente allungata negli spazi tra il centrocampo e la difesa, permettendo così ad Haland a Dahoud di ricevere il pallone tra le linee e creare scompensi agli avversari.

Nella gara di ritorno l’allenatore catalano ha dunque fatto ricorso a tutta la propria maestria tattica al fine apportare le più efficaci contromisure. Iniziando dalla fase di non possesso, il Manchester City ha abbassato la linea di pressione a livello intermedio, cercando di rimanere compatto e chiudendo così gli spazi interni. Tale accorgimento ha costretto i tedeschi a giocare sui giocatori più esterni, oppure a cercare il lancio lungo verso le punte.

Il pressing in fase di non possesso iniziava comunque dall’esterno nello spazio di mezzo che, con una corsa arcuata, cercava di togliere la linea di passaggio al terzino e pressare il centrale avversario in possesso della palla.

Puoi continuare a leggere questo articolo abbonandoti a IdeaCalcio:

  • Se sei già abbonato Accedi per visualizzare l'articolo.
  • Altrimenti visita questa pagina e scopri i nostri Abbonamenti!

 

Share.

About Author

Matteo Zancan

Matteo Zancan, nato a Cittadella (PD). Allenatore UEFA B e Istruttore CONI FIGC, ha allenato nel settore giovanile di varie società dilettantistiche del vicentino e padovano. Contatti: matteo.zancan92@libero.it