fbpx
Un Mondo di Giochi

Un Mondo di Giochi: Ruba tesoro

8 Aprile 2013

Un Mondo di Giochi: Ruba tesoro

L’obiettivo di questa rubrica vuole essere quello di proporre diversi giochi (attività ludiche, che dir si voglia) rivolti in particolare al mondo della scuola (sia essa dell’infanzia o media, primaria e secondaria) ma anche a tutte quelle discipline che sono alla ricerca di un momento ludico per rafforzare le relazioni socio-affettive.

Questo gioco, così come tanti altri di questa rubrica, può essere trasferito nel gioco del calcio per stimolare le strutture emotivo-volitiva e quella socio-affettiva.

La struttura emotivo-volitiva (il desiderio di raggiungere degli obiettivi) non può prescindere da quella socio-affettiva, l’unico modo per soddisfare la realizzazione personale è subordinarla alle esigenze del collettivo.

Alti livelli d’interazione nell’ambito socio-affettivo generano coesione nel gruppo.

(Marco Monteleone)

“Quest’atto di rinuncia individuale e acquisizione collettiva, apre al giocatore di sport di squadra un mondo di nuove necessità affettive verso i propri compagni di squadra, con i quali devono condividere i successi e le sconfitte”.

(Seirul-lo, responsabile metodologico del F.C. Barcellona)

Si tratta di un gioco rivolto a mio avviso dalla quarta elementare agli adulti; la proposta ha infatti diverse regole che, soprattutto coi più piccoli, potrebbero creare dubbi e confusione.

Giocatori tutti coinvolti. Formiamo due squadre.

Le dimensioni del campo di gioco dipendono dal numero di allievi a disposizione: più saranno i giocatori e maggiore sarà lo spazio di gioco. Attenzione, qualora lavorassimo in palestra, sconsiglio di proporlo con classi molto numerose. Il campo viene diviso orizzontalmente in due metà e all’interno vengono collocati due cerchi in modo casuale. Sulle linee di fondo campo posizioniamo cinque oggetti di due colori diversi, qualora utilizzassimo lo stesso attrezzo; in alternativa cinque oggetti di un tipo e cinque di un altro.

L’obiettivo del gioco è quello di riuscire a rubare tutti gli oggetti della squadra avversaria (tesoro) riuscendo a mantenerne almeno uno della propria; per farlo occorrerà entrare nella metà campo avversaria, raggiungere la linea di meta, prendere un solo oggetto per volta e riportarlo al proprio campo.

Entrati nella metà campo avversaria si potrà essere presi dalla squadra avversaria, semplicemente venendo toccati. Chi viene fatto prigioniero rimane fermo sul posto e a gambe divaricate. Si potrà essere liberati da un compagno che passa attraverso le gambe.

Se si viene toccati nel tragitto di ritorno (fintanto che ci trova nel campo avversario) bisognerà consegnare il tesoro al giocatore che ci ha presi e rimanere fermi sul posto.

Raggiunta la linea di meta avversaria si sarà momentaneamente in salvo e non si potrà essere toccati. Ci si potrà inoltre mettere in salvo anche in uno dei cerchi (un solo giocatore per cerchio).

I tesori rubati potranno essere nuovamente rubati, dalla squadra originariamente proprietaria, con le stesse modalità.

Ricapitolando

Se si viene presi nella metà campo avversaria si è prigionieri e ci si mette a gambe divaricate. Si potrà essere presi solo nella metà campo avversaria. Per liberare un compagno gli si dovrà passare sotto il bacino. Chi ruba l’intero tesoro della squadra avversaria, mantenendone almeno uno dei propri, vince.

Tra i giochi che propongo questo è uno di quelli che richiede una strategia più profonda. Sarà fondamentale la capacità dei giocatori di valutare il momento opportuno per attaccare e decidere come dividersi i compiti all’interno della squadra (chi attacca e chi difende??).

Risulterà fondamentale saper cogliere l’attimo opportuno per fuggire alle attenzioni dell’avversario che ci sta osservando.

 

Foto: http://www.sport.net

Lascia un commento

Hai già un account? Accedi

Powered By MemberPress WooCommerce Plus Integration